menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In Campania solo l'1,8% dei positivi è ricoverato in ospedale: è il dato migliore in Italia

I contagi sono in lieve calo: l'indice scende all'11,01

L'ultimo bollettino diramato dall'unità di crisi della Regione Campania rileva 1.750 positivi (1.200 asintomatici e 550 sintomatici) su 15.885 tamponi molecolari; il rapporto positivi/tamponi è pari all'11,01%, in calo rispetto al 13,43% registrato lunedì. Un dato che, sebbene sia ancora elevato, deve essere analizzato tenendo conto anche della maggiore incidenza di positivi al virus non ospedalizzati.

In Campania, infatti, solo l'1,8% degli infetti necessita di ospedalizzazione. La media nazionale è del 5% con punte del 15% in Piemonte. Per diretta conseguenza, il tasso di occupazione dei posti letto, soprattutto in terapia intensiva, è in calo da qualche settimana. Inoltre, la nostra Regione conferma il primato per minor tasso di letalità anche nei primi 4 mesi del 2021 (1,7% vs. 2,4% della media nazionale).

Ospedalizzazione-2

Tutti segnali che inducono a ritenere che il rigoroso rispetto delle regole conduce alla mitigazione della diffusione virale, pur in presenza di varianti e della balbettante campagna vaccinale, che vede la Campania fortemente penalizzata per dosi ricevute. Come scrive l'Anci Campania "La nostra Regione, sino ad oggi, ha ricevuto una quantità di vaccini inferiore alla media nazionale. In base alla platea vaccinale, se fosse stato applicato il criterio del riparto graduale per età, la Campania avrebbe dovuto ricevere circa 216 mila dosi di vaccino in più".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento