rotate-mobile
Attualità Baiano

Baianese, ritardi nella campagna vaccinale: "Asl ci spieghi perché non si è partiti con i soggetti fragili"

Lo sfogo del sindaco di Baiano, Enrico Montanaro: "Ancora una volta attendiamo che qualcuno intervenga, affinché i cittadini dei nostri territori vengano non certo favoriti, ma semplicemente trattati in egual modo, rispetto ad altri che vivono in provincia"

Sui ritardi riscontrati nella campagna vaccinale anti-Covid nel Mandamento, il sindaco di Baiano Enrico Montanaro comunica quanto segue: "Premesso che mi rendo conto che essendo partiti in ritardo con il punto vaccinale del Baianese, è necessario attendere i 21 giorni per la seconda dose, peró una cosa che non mi spiego e che non condivido e sulla quale l'Asl ha l'obbligo di chiarire, è perché in altri punti dell'Irpinia si é partiti con i vaccini ai soggetti fragili, a quelli fascia 70/80 ed agli over 80 che si sono registrati in ritardo. Non si poteva partire anche da noi con queste categorie, visto che il nostro punto vaccinale é inattivo da 15 giorni? forse i nostri soggetti fragili o i nostri settantenni sono cittadini di serie B ? Capisco che può esserci una carenza di vaccini ma non era meglio distribuirli in maniera più equa in tutto il territorio della provincia ? L'Asl ha tenuto conto dell'andamento epidemiologico del nostro territorio che forse é quello con il più alto tasso di positivi ? Ancora una volta attendiamo che qualcuno intervenga, affinché i cittadini dei nostri territori vengano non certo favoriti, ma semplicemente trattati in egual modo, rispetto ad altri che vivono in provincia".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Baianese, ritardi nella campagna vaccinale: "Asl ci spieghi perché non si è partiti con i soggetti fragili"

AvellinoToday è in caricamento