menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cambiano le soglie Rt, più facile finire in zona rossa: le regioni a rischio

Il nuovo decreto legge del governo Conte cambia i parametri che fanno scattare le strette. L'ordinanza di Speranza muterà i colori ai territori. Chi rischia

Con il nuovo decreto che dispone un lockdown soft fino al 15 gennaio cambiano anche le soglie limite per l’ingresso delle Regioni in zona arancione e rossa. 

Nella bozza si spiega che il Ministro della salute con propria ordinanza, potrà applicare la nuova stretta ad una o più regioni nel cui territorio si manifesta un’incidenza dei contagi superiore a 50 casi ogni 100.000 abitanti:

  •  le misure previste per l'area arancione se lo scenario è “di tipo 2” e il livello di rischio è “moderato” o “alto” ;
  • le misure previste per l'area rossa se lo scenario è “di tipo 3” e il livello di rischio è “moderato” o “alto”

In sostanza il governo abbassa le soglie di 0.25 facendo scattare prima la zona arancione o rossa: se una regione è in 'scenario 2' - dunque con un Rt da 1 - diventa arancione; se è in uno 'scenario 3' con Rt da 1,25  va invece in rosso. 

Il nuovo sistema delle fasce scatterà però da lunedì 11

L'8 gennaio è previsto l'arrivo del report dell'Istituto Superiore di Sanità e del ministero della Salute sulla situazione dell'epidemia nelle regioni italiane, che sarà poi oggetto di una riunione della Cabina di Regia Benessere Italia. Per quella stessa sera, o al più tardi il 9 gennaio, dovrebbe essere pubblicata l'ordinanza del ministero della Salute che porterà le regioni che non rientrano più nei nuovi parametri della zona gialla in arancione o (con meno probabilità) in rosso a partire dall'11.

Quali sono le regioni candidate a cambiare colore?

Il Fatto Quotidiano conferma oggi che le prime tre regioni a rischio sono Veneto, Liguria e Calabria, dove l'Rt era già di poco sopra 1 nell’ultima rilevazione, ma anche Lombardia, Basilicata e Puglia potrebbero trovarsi in arancione se i numeri peggioreranno questa settimana, mentre Emilia-Romagna e Marche sono al limite. L'indice Rt si trovava a 0,93 nella settimana dal 21 al 27 dicembre, ma secondo i calcoli del fisico dell'università di Trento Roberto Battiston attualmente è arrivato a 0,99, ovvero a un pelo dalla soglia di 1 che fa scattare la zona arancione secondo il nuovo decreto legge. 

La tabella che riporta gli indicatori dell'Rt puntuale relativi alla 21-27 dicembre aggiornati al 29 riportava questi numeri.

  • Abruzzo:0,65
  • Basilicata: 1.09
  • Calabria: 1.09
  • Campania:0.78
  • Emilia-Romagna: 0.98
  • Friuli-Venezia Giulia:0.96
  • Lazio:0.84
  • Liguria:1.07
  • Molise:0.89
  • Piemonte:0.71
  • PA Bolzano:0.76
  • PA Trento:0.71
  • Puglia:1
  • Sardegna:0.78 (non valutabile)
  • Sicilia:0.93
  • Toscana:0.79
  • Umbria 0.8
  • Valle d'Aosta:0.83

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scuola, rientro in classe tra caos e assembramenti diffusi

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Fuga di gas a Summonte, intervengono i Vigili del Fuoco

  • Cronaca

    Coronavirus in Irpinia, sono 47 i positivi di oggi: 3 ad Avellino

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento