menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Building Information Modeling al centro di un incontro in Irpinia

Le infrastrutture lineari sono quelle opere (ferrovie, tunnel, strade, acquedotti) in cui una dimensione è nettamente prevalente rispetto alle altre

Il Building Information Modeling (BIM) è ad oggi ritenuto il metodo più adeguato per gestire il processo di realizzazione di opere edili e infrastrutturali. In edilizia è certamente più evoluto, ma il BIM si sta sviluppando anche nel settore delle infrastrutture.

Le infrastrutture lineari sono quelle opere (ferrovie, tunnel, strade, acquedotti) in cui una dimensione è nettamente prevalente rispetto alle altre. Si tratta di opere che possono essere studiate, computate e progettate suddividendo tutta la tratta/rete in sezioni con caratteristiche omogenee.

Nel 2018, in occasione del Summit internazionale di Parigi, buildingSMART International ha avviato il progetto “IFC Rail”: lo standard interoperabile IFC è stato quindi ampliato per poter gestire e garantire scambi efficaci di informazioni tipiche del settore ferroviario.

Organizzato dal CIFI (Collegio Ingegneri Ferroviari Italiani) con l’Ordine degli Ingegneri della provincia di Avellino, in collaborazione con Fondazione FS e Rete Ferroviaria Italiana e con il patrocinio di Comune di Avellino, Università del Sannio e Università degli Studi di Napoli Federico II, il 29 novembre 2019 si svolgerà presso la sede di ACCA software a Bagnoli Irpino il convegno nazionale sul BIM nel settore ferroviario.
Un importante momento di riflessione sullo sviluppo infrastrutturale italiano, attraverso un confronto tra diversi stakeholder sulle politiche e sui progetti più interessanti in corso realizzati con l’utilizzo del metodo BIM, per offrire uno scenario attualizzato del valore della sostenibilità e dell’innovazione delle infrastrutture in Italia.

Un confronto a più voci sulla metodologia BIM applicata alla progettazione e alla realizzazione delle infrastrutture ferroviarie, ma anche l’occasione per definire il livello di diffusione del Building Information Modeling nel campo delle infrastrutture lineari.

Di assoluto rilievo i relatori chiamati ad intervenire: Francesco Favo di RFI e Preside CIFI sezione di Napoli, Xenia Fiorentini di iBIMi, Modestino Ferraro di RFI, Daniela Aprea di Italferr, Mariano Gallo di UniSannio, Domenico Asprone della Federico II, Minnucci Associati e Michelangelo Cianciulli per ACCA software.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento