rotate-mobile
Attualità

Biodigestore di Chianche, salta l'incontro: Popoli dimentica l'appuntamento con D'Alessio

Salta l'incontro tra il Presidente dell'Ato Rifiuti e i rappresentanti del coordinamento. Avrebbe dovuto avere luogo un summit sulla questione del biodigestore di Chianche

Questa mattina, il Presidente dell’Ato Rifiuti Vittorio D’Alessio avrebbe dovuto incontrare, presso la sede dell’ente di collina Liguorini, i rappresentanti del coordinamento “Nessuno tocchi l’Irpinia”, presieduto da Ranieri Popoli, i quali hanno richiesto un confronto per rimarcare le ragioni del proprio impegno ed i motivi della “partecipata opposizione all’individuazione del sito di Chianche per ospitare un biodigestore”.

Secondo "Nessuno tocchi l'Irpinia", insistere su Chianche vuol dire sottoporre a un rischio permanente di realizzazione il necessario secondo impianto di trattamento dei rifiuti solidi urbani in Irpinia”. 

Purtroppo, l'incontro non ha avuto luogo. La delegazione presieduta dal responsabile Ranieri Popolo ha disertato l’incontro per non essere riuscita a prendere visione, in tempo utile, della convocazione. Rammaricato per l’accaduto, il presidente D’Alessio ha accolto l’ulteriore sollecitazione a convocare un nuovo appuntamento già entro i prossimi giorni, prevedendo il confronto per venerdì 8 aprile alle 15 e 30 sempre presso la sede dell’Ato Rifiuti di collina Liguorini.

D'Alessio: "Capiremo le indicazioni del comitato prima di prendere delle decisioni"

L'occasione,  ad ogni modo, è stata propizia per chiedere al presidente D'Alessio la sua posizione relativamente al Biodigestore: "Appena mi sono insediato ho ricevuto le istanze delle varie parti in causa e non ho esitato a convocarle per discutere delle varie problematiche. Cercheremo di capire le indicazioni del comitato e sulla base degli elaborati tecnici decideremo cosa fare. Io avevo già approfondito la vicenda, non va tralasciato nulla prima di trarre le conclusioni giuste. Vanno valutate altre situazioni importanti per abbassare la tariffa sui rifiuti dando un pò di tranquillità ai fruitori del servizio. Necessario anche lavorare nelle scuole diffondendo le buone regole per lo smaltimento dei rifiuti".

Per quanto riguarda il contrasto alle ecomafie presenti sul territorio provinciale, D'Alessio ribadisce la necessità di una sinergia con la Guardia di Finanza: "Abbiamo iniziato ad avere i primi rapporti con il comandante della Guardia di Finanza e, successivamente, si potrà procedere ad un protocollo".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Biodigestore di Chianche, salta l'incontro: Popoli dimentica l'appuntamento con D'Alessio

AvellinoToday è in caricamento