menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Biblioteca comunale, Montoro Democratica: "Nessun segnale di esame della proposta di lasciarla nella sede di S.Bartolomeo"

"Togliere da quel contesto la Biblioteca Comunale significa snaturare la destinazione della struttura trasformandola in mero centro espositivo"

Arrivano voci, da ritenere fondate, che nel bellissimo palazzo di edilizia rurale, una delle più significative e storicamente importanti testimonianze della nostra storia abitativa nella tradizione contadina, verrebbe allocata, oltre al museo della Civiltà Contadina, la mostra permanente dei quadri donati dagli artisti che hanno portato a Montoro le loro interessanti mostre.

In realtà questa voce, riportata con puntualità da una molto accreditata agenzia informativa locale, sorprende non poco sul piano del rapporto istituzionale con l'Amministrazione Comunale e nel merito per la scelta che si starebbe operando.

È molto grave che noi, come gruppo consiliare, non abbiamo ricevuto a tutt'oggi alcun segnale di esame ed attenzione della nostra proposta di lasciare, nella sede di S.Bartolomeo, la Biblioteca Comunale, mentre gli organi d informazione riportano la scelta, priva di ufficialità, di allocarla presso il Centro Sociale.

Noi riteniamo, che ove mai si realizzasse tale ipotesi, saremmo in presenza di una ulteriore frammentazione dei presidi istituzionali del nostro Comune. Per la Casa della Cultura di S.Bartolomeo si è investito tantissimo, in termini di impegno, di iniziative culturali, di tenace e motivata dedizione, oltre che di interventi sulla struttura.

Togliere da quel contesto la Biblioteca Comunale significa snaturare la destinazione della struttura trasformandola in mero centro espositivo.

La casa della Cultura ha avuto nella sua idea di origine e contiene una visione d'insieme delle attività culturali e risponde ad una logica unitaria e fortemente integrativa sul piano territoriale e sociale, muovendo dalle piccole realtà frazionali.

Diciamo all'Amministrazione di evitare ulteriori frammentazioni delle nostre centrali istituzionali e considerare che nella struttura di S.Bartolomeo ben può essere inserita anche la sala espositiva dei quadri donati dagli artisti.

Sollecitiamo ancora l'Amministrazione Comunale a verificare con attenzione e valutare le proposte da noi avanzate, alla luce di queste ulteriori osservazioni.

Valorizziamo il territorio, esaltiamo le nostre risorse, promuoviamo le realtà frazionali, a cominciare dalle più piccole. Lasciate perdere il gusto di cambiare cose già definite in impostazioni pensate, meditate e programmate, per il semplice gusto di fare qualcosa di diverso. Nel tempo queste scelte creano solamente storture e problemi di divisioni ulteriori, di difficile ricomposizione. Queste scelte, come tante altre, si programmano e noi come gruppo consiliare siamo sempre impegnati a dare il nostro apporto costruttivo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scuola, medie e superiori in presenza: ecco quando

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento