I bianchi d'Irpinia diventano Riserva, Petracca plaude al Consorzio di Tutela dei Vini

Il consigliere regionale: "Si chiude un iter avviato tre anni fa"

Grande soddisfazione da parte del consigliere regionale Maurizio Petracca che plaude al riconoscimento ottenuta dai bianchi d'Irpinia grazie ad un percorso lungo e proficuo messo in atto dal Consorzio di Tutela dei Vini. 

"D’ora in poi, dopo un tempo di affinamento non superiore ai 12 mesi, avremo il Fiano di Avellino Riserva, il Greco di Tufo Riserva e lo spumante Greco di Tufo Riserva - dice il consigliere - Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale si chiude un iter avviato circa tre anni fa che ho avuto modo di seguire personalmente da presidente della Commissione Agricoltura della Regione Campania.

Da oggi nascono ufficialmente la categoria Riserva per i due bianchi di pregio d'Irpinia, il Greco di Tufo ed il Fiano di Avellino e per lo spumante di Greco di Tufo. Modifica importante anche per il disciplinare del Taurasi con la possibilità di menzionare la Vigna di provenienza ed il suo toponimo. 

Un plauso al Consorzio Tutela Vini d'Irpinia e a tutti gli operatori del comparto per aver seguito con dedizione l'iter. In una fase complicata come quella che viviamo, ogni sforzo che va nella direzione di innalzare la qualità delle nostre produzioni ha un'importanza vitale!

Prosit Irpinia! "

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, in Campania Rt scende sotto 1: verso la fine della zona rossa

  • Guida Michelin, tra vecchie e nuove stelle ecco i migliori ristoranti campani

  • Fabrizio Corona rompe il silenzio sul matrimonio: la presunta moglie è avellinese

  • Nuovo Dpcm 3 dicembre: lo stop ai parenti e le deroghe per residenza e domicilio nelle regole di Natale 2020

  • Rinasce il Mercatone, inaugura il supermercato: maxi parcheggio e aree verdi

  • In Campania è stato raggiunto il picco dei contagi

Torna su
AvellinoToday è in caricamento