rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Attualità

Banca Nazionale delle Terre Agricole, la mappa dei 29 terreni censiti

Mastrocinque: “La crisi di approvvigionamenti di mais e grano ci obbligano a investire sull’auto-sostentamento. Invitiamo i giovani a partecipare e i Comuni a censire i terreni incolti per metterli a bando”

“L’autosostentamento non deve essere solo energetico ma anche alimentare. Per questo rendere i territori capaci di garantire la sopravvivenza in termini di produzione è la vera rivoluzione verde, ma bisogna credere nell'elevato potenziale dell'agricoltura come metodo e strumento". Così il presidente di Cia Campania Alessandro Mastrocinque, per divulgare l'apertura della IV edizione della Banca Nazionale delle Terre Agricole, costituita da oltre 19.800 ettari, per un totale di 827 aziende agricole potenziali e un valore complessivo a base d'asta di quasi 312 mln di euro, da destinare ai nuovi interventi in favore dei giovani imprenditori agricoli.

Le manifestazioni d'interesse per l'acquisto dei terreni possono essere presentate dal 7 marzo e fino alle 24.00 del 5 giugno 2022. In Campania la banca mappa 3 terreni in provincia di Avellino, 2 in provincia di Salerno, 4 a Napoli e 20 a Caserta.

"Troppo pochi rispetto alle disponibilità di terreni incolti esistente" commenta Mastrocinque. "Alla luce della grave crisi di approvvigionamento delle materie prime, come mais e grano, abbiamo il dovere di affrontare un cambio di rotta e puntare all'autosostentamento. Sollecitiamo i comuni al censimento per ampliare la mappa della Banca delle Terre Ismea. Cia Campania conferma l'affiancamento per consulenze e know how" conclude. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Banca Nazionale delle Terre Agricole, la mappa dei 29 terreni censiti

AvellinoToday è in caricamento