Lunedì, 15 Luglio 2024
Attualità

Approvata la strategia del Distretto della Castagna e dei Marroni della Campania

Grande attesa per la settimana della Castanicoltura in Campania dal 12 al 16 settembre 2022 dove ci sarà l’Evento Europeo della Castagna a Montella

Approvata la Strategia del Distretto della Castagna e del Marrone della Campania. Si conclude ufficialmente il primo percorso di Costituzione di un Ente nevralgico per lo sviluppo di questo importante segmento agricolo. 

"Il SOGNO di un distretto unico, inclusivo e rappresentativo “il più importante in Italia” che ha unito tutti i territori della Campania, le diverse associazioni ecc è stato realizzato - dichiara Roberto Mazzei, direttore del Distretto - Ora ognuno con le proprie competenze potrà e dovrà contribuire in modo organizzato ed organico a migliorare il comparto. 

Un grazie a tutti, al Presidente Antonio De Cristofaro, al CDA del distretto, ai diversi soci intervenuti che hanno trasmesso il proprio stato d’animo, le difficoltà degli ultimi anni, le patologie ancora non superate, la carenza di manodopera, le norme che impediscono la gestione ottimale, il mercato. Istanze inserite nel piano del Distretto approvato e che la parte politica invitata come l’Assessore all’Agricoltura Nicola Caputo e il Vice Presidente della Commissione Agricoltura Maurizio Petracca sosterranno vista l’importanza attribuita al comparto in Campania". 

A chiudere i lavori il Presidente di Coldiretti Campania Gennarino Masiello che ha invitato tutti visto il risultato raggiunto, ad avere ancora più coraggio e fare in modo che questa unione riesca nel breve periodo ad incidere e migliorare il settore stimolando molto a migliorare il rapporto con la parte industriale alla luce degli eventi attuali che hanno ridato centralità all’agricoltura Italiana. 

Ora grande attesa per la settimana della Castanicoltura in Campania dal 12 al 16 settembre 2022 dove ci sarà l’Evento Europeo della Castagna a Montella “EUROCASTANEA” e il Congresso Nazionale del a Portici coordinato dal Prof. Claudio Di Vaio. 

Una sintesi dei punti presenti nel Piano:

Presentazione di un progetto di filiera al MIPAAF per sostenere gli investimenti delle aziende, la razionalizzazione e digitalizzazione;

Realizzare Le strade della Castagna in Campania; 

Approvazione rapida del nuovo Prezzario delle opere di Miglioramento Fondiario dove si sono adeguati i prezzi per la Potatura, le graticciate, ecc

Semplificare ulteriormente i Regolamenti Regionali per la gestione agronomica dei castagneti 

 Agire sugli aspetti legislativi che regolano oel attività di Abbruciatura dei residui vegetali di campo;

 Organizzare Corsi di formazione;

Costituire tutti i consorzi delle IGP Campane

Sensibilizzazione la commercializzazione di prodotti a Marchio IGP;

Costituire il Comitato Scientifico (gia individuato) aggregare il mondo della ricerca e supportarlo attraverso le Misure 16, PON, Bandi europei, Ecc

Creare la rete dei tecnici di campo specializzati in castanicoltura. 

 Lavorare su miglioramento della gestione agronomica tramite sistemi DSS (Agricoltura di Precisione)

Favorire la nascita di O.P. Castanicole; Semplificazione normativa per le opere in aree sottoposte a vincoli;

Avviare a breve un protocollo di Assistenza tecnica grazie alla misura 2 del PSR Campania;

Realizzare un Progetto di sensibilizzazione al consumo corretto della Castagna (frutta a scuola) 

Aprire diversi sedi del Distretto nelle diverse aree campane;

Utilizzo risorse per valorizzazione dei marchi

Redigere un manuale per la corretta gestione del castagneto (digitale)

Organizzare un incontro Biennale

Organizzazione Eurocastanea

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Approvata la strategia del Distretto della Castagna e dei Marroni della Campania
AvellinoToday è in caricamento