Lunedì, 2 Agosto 2021
Attualità

L’amministrazione comunale di Monteforte Irpino incontra Alto Calore

A seguito dei continui disagi per l'interruzione dell'acqua

L’amministrazione comunale di Monteforte Irpino incontra Alto Calore per cercare di porre rimedio alla delicata situazione dell’emergenza idrica che, ormai da diverso tempo, colpisce il popoloso comune.

Nella giornata di Lunedì, alla presenza di Sua Eccellenza il Prefetto dott.ssa Maria Tirone, il Sindaco Giordano e il Vice Sindaco della Bella hanno incontrato una delegazione di Alto Calore guidata dal Presidente Michelangelo Ciarcia.

«Abbiamo analizzato la situazione a 360 gradi – ha spiegato il Sindaco – l’incontro è stato proficuo perché abbiamo contribuito, tutti, a una disamina completa dell’emergenza cercando di pervenire a una serie di soluzioni funzionali.»
Queste le richieste del Primo e Secondo Cittadino di Monteforte: una serie di provvedimenti da adottare a breve per cercare di risolvere la problematica e, inoltre, l’efficientamento degli impianti di Contrada dell’Olmo (Serino), da cui arriva il 98 per cento della fornitura idrica per il Comune di Monteforte Irpino.

«In tempi brevi – ha spiegato il Sindaco Giordano – abbiamo ottenuto un risultato importante: sarà introdotta una saracinesca nel serbatoio basso di Monteforte, in località Pomaro, che aiuterà a migliorare e potenziare il flusso delle acque in uscita. Si tratta di un serbatoio molto importante – ha chiosato il Sindaco – perché è quello che serve anche l’area afferente al plesso scolastico centrale che comprende la Scuola dell’infanzia Agazzi, la Scuola Primaria Don Milani e la scuola secondaria di Primo Grado.»

Inoltre, è stato programmato un intervento divenuto improcrastinabile. In località Scappone, nei pressi del cosiddetto “Serbatoio alto”: «Sarà installato un circolatore per consentire il giusto livello di pressione – ha spiegato della Bella – e garantire l’arrivo dell’acqua al serbatoio.». A causa della sua ubicazione (circa 700 m. di altitudine), il serbatoio di località Scappone soffre numerose disfunzioni nei periodi di maggiore consumo o di particolare siccità. I livelli di pressione molto bassi, infatti, impediscono spesso che l’acqua giunga al serbatoio con la diretta immissione in rete, generando le conseguenti disfunzioni del sistema idrico. Questo intervento migliorativo servirà ad alleviare la problematica.

All’attualità, anche in seguito alla missiva inviata dal Sindaco alla prefettura, Alto Calore ha riattivato un pozzo in località Sant’Anna di Mercogliano recuperando qualche litro al secondo che in questa situazione di magra, comunque, contribuisce in piccola parte ad alleviare la problematica.

«Abbiamo chiesto, inoltre, una rete di adduzione a Mercogliano – ha spiegato il Sindaco Giordano - per staccare Mercogliano dal Serbatoio di Cerreto e guadagnare circa 40 litri di acqua al secondo che vanno a vantaggio non solo di Monteforte, ma anche degli altri comuni della fascia del Partenio. Infine – ha concluso Giordano – ho chiesto il supporto tecnico di Alto calore per uno studio di fattibilità per l’eventuale realizzazione di un pozzo nella zona alta del paese.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’amministrazione comunale di Monteforte Irpino incontra Alto Calore

AvellinoToday è in caricamento