menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Alfredo Procaccini nominato vicepresidente nazionale di Federfarma

L'irpino Procaccini ha rassegnato le dimissioni da presidente di Sistema Farmacia Italia

Con più preferenze espresse (ben 159), Roberto Tobia è risultato il più votato nelle ultime votazioni per il rinnovo del Consiglio di presidenza di Federfarma, confermando la sua carica di segretario nazionale.

All’interno della nuova squadra del Consiglio di presidenza, la carica di Vice Presidente vicario è stata assegnata ad Alfredo Procaccini, che ha rassegnato le dimissioni da presidente di Sistema Farmacia Italia, mentre la carica di tesoriere resta a Michele Pellegrini Calace.

Procaccini, monatgutese doc ha commentato così il nuovo incarico:

“Ancora una volta comincio una nuova avventura – scrive su Facebook -. Ma non sono solo ad essere Vicepresidente Nazionale, con me c’è, come sempre e nel cuore di tutti noi, Osvi, che ci ha illuminato in questo percorso, Vittorio Eugenio Claudia Pippo Andrea Nicola e, insieme a pari merito, tutta la squadra di Reset che ci ha portato a questi risultati. Ovviamente un ringraziamento in più a Vittorio che, coerentemente con i nostri iniziali programmi, ha ritenuto giusto fare un passo indietro e non accaparrare incarichi. Giusto e meritorio.

Con dispiacere, ma è giusto così, cedo la guida di Sistema Farmacia Italia – prosegue il dottor Procaccini -; guidare il CdA in questi due anni, fin della fondazione della start up, è stato per me motivo di orgoglio e di stimolo che mi ha portato a creare, secondo le indicazioni dei Soci, una struttura che potesse dare veramente un’idea di quello che la farmacia è in grado di fare nel campo della farmaceutical care, in coerenza con la farmacia dei servizi. Dobbiamo tenere presente che comunque è un progetto pilota e che è mancata la bacchetta magica che forse in tanti hanno pensato facesse parte del corredo iniziale. Sicuramente la categoria guarda con attenzione questa iniziativa ma la sfida del futuro è questa e bisogna assolutamente comprendere il futuro cambio di rotta. Ultima ma non ultima ringrazio mia moglie Alessandra, ed i miei figli, che mi supporta e sopporta (più la seconda…) in questi miei incarichi…

Un posto a parte – conclude Alfredo Procaccini – merita il CdA di Federfarma, ed in particolare Marco Roberto Michele Gianni oltre a tutto il Consiglio, per aver creduto nella squadra di Roma che modestamente rappresento. I tre anni passati sono stati complicati ed i prossimi speriamo ci riservino il giusto raccolto di quanto seminato da tutto il CdA ma in particolare, lasciatemelo dire e non si offendano altri, da Marco e Roberto che hanno presidiato sempre e comunque la sede, anche a disprezzo della propria salute. Grazie a tutti, spero di meritare la fiducia concessa”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Disfunzioni idriche in Irpinia: l'avviso di Alto Calore

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento