menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Airoma è il nuovo Procuratore di Avellino, le congratulazioni dell’ANM

Ok del plenum del Csm: Airoma prende il testimone da Rosario Cantelmo

 Il Plenum del Consiglio Superiore della Magistratura lo ha nominato Domenico Airoma procuratore di Avellino con voto unanime, così come era già accaduto nella V Commissione. In serata è giunto il messaggio di saluto da parte della Sottosezione di Avellino dell’ANM

"La Sottosezione formula al neo Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Avellino Dott. Domenico Airoma le più vive congratulazioni e i migliori auguri di buon lavoro per il suo nuovo e prestigioso incarico, conferito in data odierna all’unanimità dal Consiglio Superiore della Magistratura.La Sottosezione esprime, altresì, la certezza che, grazie alle sue riconosciute doti di spiccata professionalità ed alto senso del dovere, il Dott. Airoma saprà svolgere le sue funzioni con assoluto equilibrio ed indipendenza, per l’affermazione dei principi di legalità a base della nostra Costituzione, attraverso l’efficace azione di contrasto ad ogni forma di criminalità che ha sempre contraddistinto la sua azione di magistrato". 

Breve biografia 

Airoma, 57 anni, nativo di Portici, è entrato in magistratura nel 1989, iniziando la sua lunga carriera proprio ad Avellino come sostituto procuratore presso la Procura della Pretura, dove si e occupato di edilizia ed urbanistica, di inquinamento idrico ed atmosferico, di criminalità economica ed amministrativa.

A Napoli Airoma ha ricoperto, fra gli altri, gli incarichi di pm della Direzione distrettuale antimafia e di giudice per le indagini preliminari. E’ stato procuratore della Repubblica aggiunto presso il Tribunale di Cosenza. Dal 2004 è stato inviato su incarico del Ministero della Giustizia, del Csm e della Commissione Europea a svolgere missioni negli Stati dei Balcani Occidentali, in Russia e in Asia Centrale, nel contesto dei progetti di riforma dei sistemi giudiziari. Ora da Procuratore aggiunto al tribunale di Napoli Nord ha coordinato, tra l'altro, l’inchiesta sulla morte della piccola Fortuna Loffredo, scaraventata dall’ultimo piano di un palazzo del Parco Verde di Caivano dopo aver subito ripetuti abusi sessuali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Zona Rossa, la precisazione della Regione Campania

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AvellinoToday è in caricamento