Attualità

Aiello del Sabato, al via lo sportello d’ascolto psicologico come promotore del benessere psico-fisico

Lo sportello d’ascolto psicologico come promotore del benessere psico-fisico

Lo sportello d’ascolto psicologico come promotore del benessere psico-fisico -  Il fenomeno dello psicologo in farmacia si sta diffondendo in Italia ad opera di liberi professionisti o gruppi di psicologi che, in accordo con singoli farmacisti e/o con il patrocinio di Ordini, Comuni e/o con il supporto di scuole di specializzazione, propongono un progetto sullo psicologo in farmacia che prevede interventi gratuiti e a tempo limitato, attraverso conferenze di educazione alla salute e/o sportello di ascolto e orientamento psicologico. Il fenomeno è sicuramente interessante perché riguarda aspetti di sviluppo, visibilità e sbocco professionale dello psicologo in un ambito ancora poco sviluppato. Si tratta di iniziative che in alcuni casi sono alle terza/quarta edizione. Queste iniziative hanno preso avvio dalla promulgazione della legge 69/2009, che ha permesso alle farmacie di divenire servizi polifunzionali con valenza socio-sanitaria, fornendo prestazioni professionali finalizzate a promuovere il benessere delle persone. Facendo riferimento alla definizione di Salute dell’OMS come “uno stato di benessere fisico, psichico e sociale e non semplice assenza di malattia” e ancora “uno stato di benessere emotivo e psicologico nel quale l’individuo è in grado di sfruttare le sue capacità cognitive o emozionali, esercitare la propria funzione all’interno della società, rispondere alle esigenze quotidiane della vita di ogni giorno, stabilire relazioni soddisfacenti e mature con gli altri, partecipare costruttivamente ai mutamenti dell’ambiente, adattarsi alle condizioni esterne e ai conflitti interni”, la figura dello Psicologo in questo contesto si configura come promotrice di benessere individuale e collettivo secondo il modello bio-psico-sociale e in’un’ottica multidisciplinare. Il contributo dello Psicologo nelle Farmacie può configurarsi al fianco di quello di accoglienza che i farmacisti stessi già svolgono e all’interno dei programmi di Educazione sanitaria e di prevenzione introdotti dalla Legge 69/09. Le finalità degli interventi sono: promuovere e diffondere i principi del benessere psicofisico, fornire ascolto, orientare la persona rispetto alla possibilità di un eventuale sostegno (sia pubblico sia privato) e far conoscere i servizi presenti sul territorio. Altre prestazioni erogabili comprendono attività di educazione al benessere psico-fisico con conferenze informative sui temi della salute rivolte a farmacisti e/o utenti della farmacia. Il servizio di Sportello di consulenza psicologica va inteso come spazio di ascolto e di orientamento rivolto a tutte le persone portatrici di una situazione di disagio psicologico. Esso potrà essere utilizzato come punto privilegiato di osservazione delle problematiche più frequentemente espresse in un particolare territorio, intercettando i bisogni di salute che causano oggi un sovraccarico di richieste al SSR. Il Covid-9 ha causato un malessere generalizzato e contribuito ad aggravare disagi psicologici e fragilità emotive. La perdita del lavoro, il paura del contagio, il Lock-down, l’isolamento sociale di cui sono stati vittima soprattutto i bambini e gli adolescenti, lo stress del personale sanitario impegnato in prima linea nell’emergenza Covid-19 nonché la perdita dei cari ha messo a dura prova le strategie di gestione dello stress delle persone e ha contribuito a creare l’assenza della percezione di sicurezza personale e interpersonale, difficoltà di convivenza e ha amplificato la percezione di solitudine individuale e vuoto sociale. È altamente probabile che l’emergenza abbia destabilizzato coloro che già vivevano situazioni di fragilità emotiva pregressa individuale e familiare. Tutti questi fattori di rischio psicosociale impattano negativamente sulla stabilità psichica delle persone e in generale della società. In questo clima di allarme e di intensa preoccupazione lo sportello d’ascolto psicologico si pone come preziosa risorsa nell’alleviare lo stravolgimento emotivo causato dalla pandemia. L’intervento che è finalizzato al sostegno della persona mira infatti a promuovere il benessere psico-fisico, prevenire disagio psicologico attraverso il riconoscimento e il potenziamento delle risorse personali, al miglioramento della qualità di vita dell’individuo e degli equilibri adattivi, a valorizzare le capacità cognitive ed emozionali al fine di essere in grado di rispondere alle esigenze quotidiane della vita di ogni giorno in modo più proattivo nonché a far sì che le persone siano in grado di stabilire relazioni soddisfacenti e mature con gli altri che riflettono maggiormente i loro bisogni di affetto e protezione. Aiutando la persone a riconoscere i propri punti di forza è possibile generare un aumento della fiducia verso se stessi, l’autostima e l’auto-efficacia. Lo sportellonon fornisce un percorso di psicoterapia che mira alla ridefinizione del sé in un’ottica più consapevole e alla risoluzione dei sintomi, ma un percorso di sostegno finalizzato al ripristino del benessere psico-fisicoin cui lo psicologo aiuta la persona che si rivolge al servizio a risolvere attraverso soluzioni pratiche frutto di un lavoro di reinterpretazioni e riflessioni su bisogni, aspettative e modi di pensare, un problema che impedisce di essere sereni e di vivere con pienezza e consapevolezza il qui e ora. L’iniziativa è frutto di un lavoro sinergico tra la Farmacia VIVIFRAMA di Aiello del Sabato, da sempre dedita alla prevenzione e alla cura della sofferenza e il Cif di Aiello del Sabato che con professionalità e sensibilità verso tematiche sociale ha realizzato sempre con grande impegno progetti sul territorio di tipo assistenziale, psico-sociale ed educativo facendosi promotore della salute a 360 gradi. Il contributo dello Psicologo nelle Farmacie può configurarsi al fianco di quello di accoglienza che i farmacisti stessi già svolgono e all’interno dei programmi di Educazione sanitaria e di prevenzione introdotti dalla Legge 69/09. Le finalità degli interventi sono: promuovere e diffondere i principi del benessere psicofisico, fornire ascolto, orientare la persona rispetto alla possibilità di un eventuale sostegno (sia pubblico sia privato) e far conoscere i servizi presenti sul territorio. Altre prestazioni erogabili comprendono attività di educazione al benessere psico-fisico con conferenze informative sui temi della salute rivolte a farmacisti e/o utenti della farmacia. Il servizio di Sportello di consulenza psicologica va inteso come spazio di ascolto e di orientamento rivolto a tutte le persone portatrici di una situazione di disagio psicologico. Esso potrà essere utilizzato come punto privilegiato di osservazione delle problematiche più frequentemente espresse in un particolare territorio, intercettando i bisogni di salute che causano oggi un sovraccarico di richieste al SSR. La Farma, il Cif e le esperte.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aiello del Sabato, al via lo sportello d’ascolto psicologico come promotore del benessere psico-fisico

AvellinoToday è in caricamento