Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Zeza di Bellizzi, patrimonio del Carnevale Avellinese e momento di condivisione

Il presidente Spartano e il sindaco Festa presentano il programma delle attività

 

È stato presentato questa mattina, presso la Sala Stampa del Palazzo di Città, il programma che vedrà protagonista la Zeza di Bellizzi Irpino nell'edizione 2020 del Carnevale Avellinese.

Dal 1974 inserita nei Beni Immateriali della Regione Campania, la Zeza di Bellizzi andrà in scena domani sera, al Conservatorio "Domenico Cimarosa", nell'evento intitolato "Zeza dalla strada al Tempio della Musica", con inizio alle ore 20:30, per poi prendere parte alla sfilata nel borgo di Bellizzi e alla Mascherata di domenica mattina che animerà Corso Vittorio Emanuele II. Tra le tante iniziative inserite nel programma si terrà, martedì mattina, un'altra sfilata lungo il centro cittadino, accompagnata da una rappresentazione presso il Comune di Avellino.

Ernesto Spartano, presidente del gruppo, si è soffermato sull'importanza di far rivivere una tradizione secolare, tralasciando le polemiche che hanno caratterizzato l'organizzazione dell'evento:

"Amiamo la nostra città con passione e con amore, abbandoniamo le battaglie politiche, la Zeza è un momento di condivisione. Mettiamo sempre al primo posto quelle che sono le tradizioni della città. La Zeza di Bellizzi ha 400 anni e nessuno l'ha mai distrutta. Non ci lasciamo intimorire dalle lobby carnevalesche".

Anche il sindaco di Avellino, Gianluca Festa, ha ribadito l'importanza di questa tradizione:

"La Zeza di Bellizzi è la madre del Carnevale, non solo locale ma di tutta l'Irpinia. Le iniziative di quest'anno rappresenteranno il trampolino di lancio per organizzare un evento che parta da questa tradizione e ci consenta di intraprendere scambi culturali".

Il primo cittadino ha inoltre annunciato che i lavori per la ristrutturazione della struttura di Piazza Napoli sono stati ultimati e, a breve, la stessa verrà riconsegnata alla comunità di Bellizzi:

"C'era bisogno di restituire a Bellizzi un luogo dove poter ospitare il Museo della Zeza. La consegneremo alla comunità di Bellizzi in modo che ci possa essere un luogo di aggregazione".

Potrebbe Interessarti

Torna su
AvellinoToday è in caricamento