Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

I Navigator si "legano" davanti alla Regione: le immagini della protesta

Stanno aspettando il via libera di De Luca

 

Da lunedì scorso è partita la fase due del Reddito di Cittadinanza. Oltre 700mila i beneficiari in tutta Italia che, in questi giorni, dovranno essere convocati dai centri per l’impiego, con l’obiettivo di trovare una nuova occupazione attraverso il Patto per il lavoro (che gli garantirà anche di non perdere l'assegno). Le convocazioni sono partite, tuttavia, in ritardo rispetto alle tabelle di marcia, visto che ci sono stati non pochi problemi nel trovare un accordo con le Regioni in merito ai Navigator (arrivato solo a fine giugno). 

La fase due, infatti, sarà l'occasione anche per avviare la formazione in aula (training on the job) per i navigator contrattualizzati da Anpal Servizi. Una buona notizia, in sostanza, ma non per i 471 Navigator della Campania (21 irpini) che non possono entrare in scena perché il governatore Vincenzo De Luca non ha voluto firmare la convenzione tra la Regione e Anpal Servizi che consente la loro contrattualizzazione.

I Navigator campani, furiosi, sono da giorni in presidio sotto Palazzo Santa Lucia (alcuni hanno anche fatto sciopero della fame) ed anche questa mattina si sono raccolti per rivendicare il proprio diritto al lavoro. Il governatore, però, sembra essere completamente sordo all'appello degli aventi diritto, "scaricando" la questione su Anpal. Durante il sit-in è stato montato un "centro per l'impiego, on the road", con i manifestanti che si sono simbolicamente legati alla Regione che li tiene legati (appunto) con questo irrigidimento che va ormai avanti da 45 giorni.

Un irrigidimento che ha scatenato le proteste anche dei centri per l'impiego (sempre più al collasso) e che ha portato all'ultimatum del difensore civico regionale Giuseppe Fortunato: De Luca ha cinque giorni di tempo - ha intimato -per integrare i Navigator campani, altrimenti scatterà il commissariamento.

Ma neanche quest'ultimo tentativo sembra aver sortito l'effetto sperato, anzi ha scatenato l'ira funesta del governatore che ha contrattaccato: "Apprendiamo della comunicazione sconcertante e irricevibile del Difensore Civico dott. Fortunato. Nelle prossime ore gli sarà formalizzata una diffida a non assumere provvedimenti che vanno oltre le sue competenze. Sarà chiamato a rispondere, ovviamente, di ogni atto improprio sul piano penale, amministrativo e contabile".

Nel video le immagini della protesta davanti la sede della Giunta regionale e le parole di alcuni manifestanti.

Potrebbe Interessarti

Torna su
AvellinoToday è in caricamento