Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Conservatorio Cimarosa, inaugurato lo storico organo "Tamburini"

Tra i presenti anche il Presidente della Provincia di Avellino, Domenico Biancardi

 

È stato inaugurato questa mattina, presso il conservatorio di Avellino "Cimarosa", lo storico organo "Tamburini".

La presentazione dello storico organo

Lo strumento, risalente agli anni Settanta e da poco restaurato, di stile tra il rinascimentale e barocco, sia nell'aspetto, sia nelle tonalità, è stato montato e ricollocato sul palco dell'Auditorium dell'Università della Musica.

Come illustrato dal Presidente del Conservatorio "Cimarosa", Luca Cipriano: "È l'occasione per presentare uno strumento musicale importante, che fu commissionato alla Tamburini negli anni Settanta per alcune grandi chiese italiane, quali il Duomo di Milano. Attraverso fondi del nostro Istituto, abbiamo potuto restaurare lo strumento, portandolo alla Ducato di Padova e riportandolo qui, in una nuova veste".

L'intervento, per uno strumento storico del valore di circa 400.000 euro, si colloca nel novero delle tante iniziative intraprese dalla direzione del Conservatorio, dopo mesi di chiusura forzata: "Il Cimarosa è un'istituzione di grande prestigio e importanza, ci tenevamo a far ripartire le attività con tutte le protezioni che la legge impone. Abbiamo installato un tornello all'ingresso per la misurazione della temperatura e predisposto tutte le misure utili. Inoltre, abbiamo consentito agli studenti di poter seguire le lezioni a distanza e di poter svolgere esami online. E, presto, potremmo ripartire anche con gli eventi".

Presente, all'inaugurazione dello storico organo "Tamburini", anche il Presidente della Provincia, Domenico Biancardi, il quale ha sottolineato le notevoli opportunità dal punto di vista culturale: "La musica può unirci. L'organo è un fiore all'occhiello dell'Irpinia, così come anche il Conservatorio. Questo ci deve fare rendere conto delle bellezze che abbiamo qui sul nostro territorio e dei risultati che possiamo raggiungere".

Potrebbe Interessarti

Torna su
AvellinoToday è in caricamento