Us Avellino, Izzo risponde a Circelli: "I fatti si fanno dal notaio, noi c'eravamo, lui no"

Le dichiarazioni del presidente all'uscita dallo studio Di Lorenzo

Non si è fatta attendere la replica di Luigi Izzo, presidente dell'Us Avellino, alle accuse rivoltegli da Nicola Circelli nel corso della conferenza stampa tenutasi oggi pomeriggio presso la sala stampa dello stadio "Partenio-Lombardi".

Le dichiarazioni di Izzo

L'imprenditore di Montesarchio, ai microfoni di Sport Channel 214, ha dribblato le domande relative al pagamento degli stipendi entro venerdì, soffermandosi esclusivamente sul suo "nemico in famiglia":

"I fatti si fanno dal notaio: oggi siamo qui a Napoli, lui in conferenza stampa. Le sue accuse non mi interessano, passerò la pratica all'avvocato e vedrà lui come dobbiamo muoverci. Ha detto che porterà le mie garanzie alla Procura Federale e che mi querela, non c'è problema. Dal canto nostro, faremo tutte le dovute azioni per tutelare le nostre persone e gli investimenti fatti".

Izzo ribadisce che le continue assenze di Circelli e il mancato chiarimento della sua posizione e degli altri soci fa parte del suo modo di agire e che lo scontro è inevitabile:

"Ho lanciato l'ultimatum, sperando di riuscire a trovare una soluzione ma, in una situazione di questo tipo, non possiamo fare altro. In ogni caso, Circelli deve prendersi tutte le responsabilità del caso".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Quando morirò lasciami dove vuoi" e lei abbandona il cadavere per strada

  • Laurea con 110 e lode per Francesca Bellizzi, figlia di Mimmo

  • Terrore ad Avellino, donna inseguita da malvivente fino a casa

  • Bando di concorso all'Azienda Ospedaliera “San Giuseppe Moscati”

  • Drammatico schianto tra auto: sette feriti, due in codice rosso

  • Vuoi lavorare in un birrificio? Serrocroce cerca personale

Torna su
AvellinoToday è in caricamento