Taccone non molla: al Tar del Lazio chiederà la restituzione della Serie B

I legali dell'ex presidente punteranno su altri casi simili, ma trattati diversamente

Walter Taccone, ex presidente dell’Avellino, non si arrende e, questa mattina, dinanzi al Tar del Lazio proporrà nuovamente le sue ragioni. Alla base del contezioso, come purtroppo molti ricorderanno, c’è l’esclusione dalla Serie B dell’Avellino, avvenuta la scorsa estate, per una fideiussione irregolare, o meglio: presentata in ritardo. Taccone e i suoi legali chiederanno, ancora una volta, la restituzione della categoria e un risarcimento danni, puntando su casi analoghi registrati in Serie C. La squadra di legali, infatti, ricorderà ai giudici del Tar il caso della Lucchese che, trovatasi nelle stesse condizioni della squadra irpina, è stata penalizzata di 8 punti e costretta a pagare un’ammenda. Un diverso trattamento che non è mai andato giù all’ambiente biancoverde, al quale non vennero concesse neanche le “solite” 24 ore per mettersi in regola.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto nella notte, epicentro in Irpinia

  • La terra trema ancora, altra scossa in serata

  • Brutto incidente ad Avellino, tre le auto coinvolte

  • Nuovo Clan Partenio, si stringe il cerchio sui rapporti tra camorristi e professionisti

  • Quasi tre anni in carcere da innocente, finisce l'incubo di un 23enne

  • Dipendente “infedele” ruba nel supermercato dove lavora

Torna su
AvellinoToday è in caricamento