Campogrande: "Orgoglioso della qualificazione, dimostreremo di essere uniti"

Rifinitura al PalaDelMauro e poi partenza per Milano

Rifinitura al PalaDelMauro e poi partenza per Milano: questo il programma della mattinata per i lupi della Sidigas Avellino, che domani esordiranno ufficialmente in Gara-1 dei playoff di Legabasket Serie A, con palla a due alle ore 19.00 e diretta su Eurosport 2 ed Eurosport Player.

Insieme a coach Massimo Maffezzoli, è stato uno dei protagonisti della stagione biancoverde a presentare la serie contro l'A|X Armani Exchange Milano: Luca Campogrande. Alla sua prima esperienza nella massima serie italiana, il classe 1996 originario di Roma si è sempre distinto sul parquet per grinta, determinazione e voglia di migliorarsi, qualità che lo hanno portato, nonostante la giovane età, a guadagnarsi sempre più spazio all'interno delle gerarchie biancoverdi.

"Per noi è motivo di grande orgoglio essere ai playoff - così Campogrande nella conferenza stampa di presentazione dei Quarti di Finale che ha avuto luogo nella mattinata di ieri al PalaDelMauro - dovremo essere tutti stramotivati, senza pensare a tutto quello che è successo prima: sarà un campionato a parte e ognuno di noi dovrà dare il proprio contributo in campo, mettendo da parte i problemi che purtroppo tutti abbiamo avuto durante la stagione. Cercheremo di dare il massimo per la squadra, per i tifosi e per la società, che ha meritato la qualificazione per tutti gli sforzi fatti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Personalmente sono stato contentissimo della qualificazione e dopo il match contro Pistoia ero praticamente già concentrato sulla serie con Milano. La nostra dovrà essere una pressione positiva, dovremo divertirci, nel senso di non avere paura, e cercare di dare il meglio di noi stessi. Il valore dei nostri avversari è sotto gli occhi di tutti ma questo deve soltanto spingerci ad avere una maggiore coesione. Il concetto di squadra è molto importante e, pur essendo uno dei più giovani del gruppo, nel mio piccolo faccio di tutto per creare unità nello spogliatoio: senza quest'ultima, non si possono raggiungere risultati. Siamo una squadra di bravi ragazzi e ci troviamo molto bene insieme: starà a noi fare in modo di trasportare sul campo quello che siamo fuori".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • 55enne di Mercogliano asintomatica aveva avuto contatti con alcuni commercianti

  • Ha un tumore al fegato: gli specialisti del Moscati gli donano una speranza

  • Shock a Mercogliano, spari contro un'auto con quattro giovani a bordo

  • Ennesima tragedia della solitudine, donna si toglie la vita gettandosi dal balcone

  • Coronavirus ad Ariano, dallo screening sierologico riscontrati circa 700 positivi

  • Omicidio suicidio a Roma: uccide la moglie e si spara dopo aver ferito il figlio

Torna su
AvellinoToday è in caricamento