I rapporti tra genitori e insegnanti non sono sempre idilliaci

A volte si tratta di una vera e propria guerra che scoppia tra l'istituzione, quindi la scuola, e la sfera sociale, ovvero la famiglia. A farne le spese sono gli studenti

“L’educazione è il grande motore dello sviluppo personale. È grazie all’educazione che la figlia di un contadino può diventare medico, il figlio di un minatore il capo miniera o un bambino nato in una famiglia povera il presidente di una grande nazione. Non ciò che ci viene dato, ma la capacità di valorizzare al meglio ciò che abbiamo è ciò che distingue una persona dall’altra”. E’ questa l’idea che il premio Nobel per la pace Nelson Mandela aveva dell’educazione.

Tra sfera sociale e ruolo istituzionale

Ed è questo il concetto base intorno cui ruota l’intera filosofia scolastica che ha diversi protagonisti, gli alunni ovviamente, i genitori e gli insegnanti. Spesso però questi ultimi due attori, genitori e insegnanti, sono in contrasto tra loro. Il più delle volte si può parlare di una vera e propria guerra dove entrambi i protagonisti difendono la loro sfera sociale, o se vogliamo il loro ruolo istituzionale. Da un lato la funzione di genitore e quindi della famiglia come primo nucleo della società; dall’altro invece la funzione di docente, ovvero di colui che nella vita di un individuo ricopre un ruolo importantissimo perché immediatamente successivo a quello del genitore. In entrambi i casi l’obiettivo è il bene dello studente ma questa guerra porta davvero dei benefici al percorso educativo dei ragazzi? Non è sempre così.

La guerra tra genitori e insegnanti

E non è così soprattutto quando c’è un sopravvento da parte di una delle due figure che sbilancia il rapporto e innesca quindi un corto circuito nel processo educativo. La cronaca ci racconta episodi fin troppo violenti in cui i genitori aggrediscono i professori. In questi casi il ruolo del docente viene delegittimato anche agli occhi del ragazzo che non riconoscerà più nell’insegnante l’autorevolezza che gli spetta. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pericolosità ibuprofene e utilità vitamina C, la Farmacia Capozzi fa chiarezza

  • Coronavirus in Irpinia: ecco la mappa aggiornata, Comune per Comune, al 26 marzo 2020

  • La 3DRap di Mercogliano trasformerà maschere da sub in ventilatori

  • Coronavirus, l'aggiornamento della Protezione Civile: "Sono 62.013 i positivi, in Campania 1.169"

  • Ad Avellino il lievito sospeso, in regalo a chi ne ha bisogno

  • Coronavirus, chiudono i benzinai: "Siamo in ginocchio"

Torna su
AvellinoToday è in caricamento