Anche ad Avellino arriva la tecnologia EMS

Un percorso a doppia strategia che inizia con una fase attiva di work-out volto ad allenare i sistemi neuro muscolare, muscolo scheletrico, cardiocircolatorio-respiratorio e mio-fasciale attraverso esercizi di varia natura e difficoltà

Niente miracoli, ma solo un percorso a piccoli passi verso un benessere funzionale quotidiano. È questa la ricetta del nuovo programma di allenamento attivo funzionale con allenamento passivo EMS presentato e promosso dallo studio polispecialistico M.E.L.A., che lo presenta così.

«Si tratta di un percorso a doppia strategia che inizia con una fase attiva di work-out volto ad allenare i sistemi neuro muscolare, muscolo scheletrico, cardiocircolatorio-respiratorio e mio-fasciale attraverso esercizi di varia natura e difficoltà che incrementano tutte le qualità fisiche quali propriocezione, equilibrio, stabilità, coordinazione intra ed intermuscolare, forza, potenza, reattività e velocità.

Un percorso rigorosamente step-by-step in cui si punta ad una maggiore mobilità articolare per avere più equilibrio, stabilità e capacità di recupero e che interessa le 3 aree principali del corpo con tutte le sue strutture dipendenti: cuore, complesso anca bacino e complesso scapolo toracico omerale con esercizi eseguiti sui 3 piani di movimento del corpo, sagittale frontale e trasversale con l’ausilio di semplici attrezzi quali fly, kettlebell, manubri e swiss ball.

Un percorso che parte da una prima fase conoscitiva e valutativa delle condizioni fisiche e atletiche del soggetto interessato che è alla base della successiva pianificazione ed elaborazione del programma di allenamento la quale avverrà strettamente in funzione all’obiettivo da raggiungere tenendo conto dei parametri regolatori dello stress allenante e dei sistemi energetici prevalenti.

Alla stimolazione attiva del work-out si associa, poi, l’allenamento passivo con l’ausilio della tecnologia EMS, riuscendo ad attivare tutte le fasce muscolari più profonde contemporaneamente e simultaneamente al movimento attivo. È in questa fase che si inizia a percepire il surplus offerto dalla tecnologia EMS, una tecnologia caratterizzata da sicurezza, efficienza e facilità d’utilizzo e frutto del progresso nel mondo della microelettronica e tecnologia informatica.

Utilizzabile nei trattamenti di body building e fitness per tonificare il corpo, per il recupero muscolare e, più in generale, per il miglioramento delle condizioni fisiologiche generali del corpo, la tecnologia EMS si basa sull’emissione di onde elettriche che agiscono su tutti i gruppi muscolari scheletrici.

Un computer, un biotraje (tuta in neoprene antiallergica e antibatterica con elettrodi incorporati che si posizionano su ogni gruppo muscolare adattabili perfettamente ad ogni tipologia di struttura fisica) e un’unità wireless per garantire la massima libertà nei movimenti. Sono questi gli elementi su cui si basa la tecnologia in questione.

Il computer viene programmato dal personal trainer all’inizio e durante la seduta e si esegue, poi, una sessione di allenamento da 20 minuti modulata per programmi specifici a seconda dell’obiettivo prefissato. Grazie all’impiego della tecnologia EMS unitamente ai work-out proposti si potranno, quindi, garantire allenamenti muscolari diretti con accelerazione del metabolismo, allenamenti dell’equilibrio muscolare, riabilitazione dei muscoli flaccidi, miglioramenti del flusso sanguigno dei tessuti circostanti, perdita di grasso, miglioramento posturale e del benessere generale, riduzione del mal di schiena e prevenzione da osteoporosi e fratture ossee nonché essere elemento complementare nella preparazione fisica di soggetti atletici e già ben allenati. Il tutto evitando sovraccarico alle articolazioni, tendiniti e contratture causate, solitamente, da una cattiva tecnica nella gestione dei pesi in movimento.

Una precisazione, infine, è dovuta: l’electro-fitness non è assolutamente concorrente al sano stile di vita fatto di buona alimentazione e movimento consapevole, nè concorrente della palestra e dello sport. Si tratta semplicemente di un complemento, figlio del progresso tecnologico che consente di raggiungere in modo veloce e sicuro risultati e migliorare la qualità di vita di chi lo prova».

Potrebbe interessarti

  • Piano Antismog, ecco quando tornerà in vigore ad Avellino e negli altri Comuni

  • Saldi estivi: le date in Campania

  • Liceo Mancini, il grido dei genitori, dei docenti e degli studenti: "Il prossimo anno vogliamo una sede"

  • Avellino Pride, nonna Eleonora: "Sono orgogliosa di mio nipote che ama un uomo"

I più letti della settimana

  • Ragazza di appena 28 anni si toglie la vita

  • Maxi operazione dei Nas: chiusi tre ristoranti, una casa di riposo, un asilo e un canile

  • Schianto tremendo, centauro 47enne perde la vita

  • Tragedia in un fondo agricolo, uomo muore schiacciato dal suo trattore

  • Il pane di Sant'Antonio e il miracolo di Tommasino

  • Un immenso fiume di droga tra Napoli e Avellino, sgominata piazza di spaccio

Torna su
AvellinoToday è in caricamento