Salvini: "Un bacione ai dieci comunisti fischiettanti"

Il leader della Lega infiamma la platea

Matteo Salvini, leader della Lega, giunge in Irpinia accolto da manifesti “abusivi” e dalla protesta di un gruppo di chiara identità di sinistra. Ma l’apoteosi è tutta concentrata nei pressi del Cinema Partenio, in via Verdi, dove con i cori “il capitano” e applausi scroscianti, il leader della Lega viene accolto da sostenitori e curiosi che affollano all’inverosimile la struttura.

Il video della visita di Salvini ad Avellino 

Tra una bottiglia di vino Taurasi, una felpa bianca con scritto Avellino e un berretto della marina militare Salvini non accenna al caso Siri, ma con slogan “prima gli italiani” che si trasforma “prima gli avellinesi” in chiave elezioni amministrative. Proprio al suo fianco c’è la candidata sindaco Biancamaria D’Agostino e dall’altra il coordinatore provinciale Sabino Morano. Salvini spiega: “sono orgoglioso di correre da soli, meglio soli che male accompagnati. Diamo speranza di cambiamento a una città che la politica ha tradito per troppi anni”. Chiaro il riferimento alla scelta di isolarsi al primo turno al Comune. Poi aggiunge: “a Nusco non ci vado” e immagina “Siamo in democrazia e, se uno vuole, può candidarsi ma se Dio mi concederà di arrivare a 91 anni (l’età di De Mita, ndr) mi godrò i miei nipotini altro che fare il sindaco… poi, ognuno fa quello che vuole”.  Fioccano gli applausi in sala. Sulla legalizzazione della cannabis Matteo Salvini  ha sempre avuto le idee molto chiare. A gennaio era stato motivo di scontro con il Movimento 5 Stelle che aveva fatto una proposta di legge a riguardo. “qualche esponente del M5S vorrebbe la legalizzazione, per me non esiste proprio. Io non trasformo lo Stato in uno spacciatore”.

Sul rapporto con il sottosegretario avellinese del M5S Carlo Sibilia, “Al Ministero abbiamo una bella squadra altrimenti non si dimostrerebbero i risultati raggiunti contro mafia, camorra e ndrangheta. I reati sono calati del 15%, gli sbarchi di immigrati del 90%”.

Le foto di Salvini ad Avellino

All’esterno i sostenitori di Salvini escono tra i fischi e ascoltando Bella Ciao. Poco prima Salvini aveva detto: “Un bacione ai dieci comunisti fischiettanti che rendono questo lunedì più divertente. Come il panda, anche il comunista è un esserino simpatico da tutelare e osservare”.

La protesta contro la visita del vice premier 

Un clima da stadio e prima di chiudere “da milanista dico Forza Avellino per quello che vi aspetta e speriamo di trovarci presto in serie A”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le strisce pedonali colorate sono pericolose: multato il Comune di Avellino

  • Moscati, la rabbia del personale del Pronto Soccorso: "Non c'è nulla da festeggiare"

  • Avvistamento della "pantera" a Campetto Santa Rita, accertamenti in corso dei carabinieri

  • Coronavirus, gli irpini scelgono di tenere la mascherina: ecco cosa comporta non indossarla

  • Bonus per i nonni irpini che accudiscono i nipoti, ecco come funziona

  • Aumento dei casi di Covid-19 in Campania, De Luca preannuncia l'Operazione Verità

Torna su
AvellinoToday è in caricamento