Picariello (M5S): "Il mercato di Avellino non è una pazziella"

"È un pezzo importante della nostra comunità"

Il #MercatodiAvellino non è "na pazziella". È un pezzo importante della storia della nostra comunità. È un luogo di incontro, un pezzo di vita sociale per le famiglie, un luogo dove è facile trovare persone che non vedi da tempo, dove generazioni si sono confrontate sulle decisioni quotidiane e su come gestire le scelte sui consumi. Il mercato è un luogo mutevole di impareggiabile bellezza. È tradizione che si rinnova. È il sacrificio di commercianti che si svegliano alle 4 del mattino per portare pane e dignità nelle loro case. Il mercato è l'ultimo dei luoghi rimasti dove la concorrenza riesce ancora a sposare l'etica (uno sconto o un regalino è ancora possibile). Io sto con i commercianti senza se e senza ma. Io non sopporto questo modo di fare che somiglia ad un ricatto psicologico. Se Lei Sindaco non ha perso la ragione, porti subito il dibattito in consiglio comunale. Apra il consiglio ai diretti interessati e ai lori rappresentanti e cominci a dimostrare rispetto per la partecipazione, unica linfa vitale di una sana democrazia

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • 55enne di Mercogliano asintomatica aveva avuto contatti con alcuni commercianti

  • Miracolo a Solofra: i medici dell'Ospedale Landolfi salvano giovane madre

  • De Luca contro il Governo: "Decisioni irresponsabili, dopo otto secoli ha ridato vita agli esercizi spirituali"

  • Nuovo Clan Partenio, ecco chi sono i tre nuovi indagati

  • Coronavirus a Mercogliano, D'Alessio descrive il nuovo caso di positività

  • Gli infermieri del Moscati hanno paura: "Dichiariamo lo stato di agitazione"

Torna su
AvellinoToday è in caricamento