Seggiovie Laceno, il sindaco Nigro: "Non speculate sui bagnolesi"

L'impianto sciistico diventa argomento da campagna elettorale. Il primo cittadino accuse i candidati di voler strumentalizzare l'argomento. Il Comune era beneficiario del finanziamento ma l'ente non è riuscito ad ottenerlo

"Un tentativo disperato di racimolare qualche voto raccontando frottole. Un tentativo destinato miseramente a naufragare, perché i miei concittadini sono consapevoli che c’è chi si è impegnato e si impegna per un esito positivo della vicenda Seggiovie del Laceno e chi invece ha tentato e tenta solo una squallida azione di speculazione politica", dichiara Filippo Nigro, sindaco di Bagnoli Irpino. 

"La storia è nota  - continua Nigro - l’amministrazione attuale è in carica da due anni, durante i quali il Sig. Nappi non si è mai interessato ai problemi della nostra comunità. Solo ultimamente si è inserito nella questione Seggiovie, strumentalizzandola, per fare un favore alla sua protetta (ex vice sindaco). Ma forse dovremmo dire ex protetta, visto che a quanto pare, ha cambiato sponsor. Sembra che il favore non sarà ricambiato e che l’accordo alle spalle dei Bagnolesi sia saltato. Davvero un bel modo di fare politica nell’interesse della gente"."Prima – dichiara ancora il primo cittadino - sono intervenuti, come già detto, 'a gamba tesa', complicando ulteriormente una situazione già di per sé molto complessa. Poi se ne sono venuti con proposte ridicole ed impraticabili, come quella di versare nelle tasche dei gestori privati i fondi pubblici del Progetto Pilota aree interne. Adesso addirittura c’è il tentativo di accreditarsi a garante per future soluzioni positive. Questi signori sono solo a caccia di voti, forse sentono che si avvicina l’epilogo di una parabola discendente iniziata da tempo".

"Il Sig. Nappi – continua Nigro – finge di non sapere che nel settembre 2013 l’APQ VI Atto Integrativo con tutti i suoi progetti, tra cui quello delle Seggiovie del Laceno, è stato inserito nell’accelerazione della spesa perché tale percorso rappresentava l’unica possibilità reale per un finanziamento rapido. Fosse rimasto dov’era, significava non tentare nemmeno. Successivamente il nostro progetto è stato dichiarato anche “ammissibile “ al finanziamento, che in ogni caso non andrà mai perso perché, se malauguratamente non fosse possibile ottenerlo adesso, sarà inserito nella prossima programmazione 2013-2020. E noi siamo pronti a realizzare le condizioni per eliminare i “motivi ostativi “ evidenziati dalla Regione. La verità, ripetiamo, è che c’è chi cerca solo inutile visibilità, tentando di prendere qualche voto speculando sui problemi dei Bagnolesi. I quali non sono affatto degli sprovveduti ed il prossimo 31 maggio sapranno dare la giusta risposta a chi vuole approfittare dei loro problemi e delle loro difficoltà".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arrestato Vincenzo Schiavone, proprietario di Villa Esther e Santa Rita

  • Migliori ristoranti di Avellino, ecco la nostra classifica

  • Lavoro in Comune a tempo indeterminato: si cercano diplomati

  • Spaventoso schianto in galleria, ci sono numerosi feriti

  • Nuovo Clan Partenio, c'è attesa per capire il destino dei locali "It's Ok" e "Pomodoro"

  • Paura ad Avellino, doppio incendio di auto nella notte

Torna su
AvellinoToday è in caricamento