Decreti sicurezza, Sibilia (M5S): "Sì alle modifiche ma con garanzie europee"

La nota del Sottosegretario

Il Sottosegretario Sibilia in un post su Facebook a proposito delle modifiche ai "Decreti Sicurezza" ha diffuso la seguente nota.

“Cancellare le multe alle ONG.” La Spagna continua ad averle quindi ancora una volta si rischia una pericolosa disomogeneità in Europa. Verso quale porto sceglierà di virare una ONG? Anche se il porto più vicino e sicuro è spagnolo (o maltese) sceglierà quello italiano.

“Rivedere gli accordi con la Libia”. Se questo significa togliere strumenti e know how alla Libia per contrastare l’immigrazione irregolare allora significa peggiorare la situazione. Gli accordi con la Libia li avviò Minniti. Credo mosso da un ragionamento per cui sia sempre preferibile trovare alleati nella gestione dei flussi migratori piuttosto che lasciare liberi i trafficanti di muoversi a piacimento.

L’Italia è solo un’approdo, spesso un primo approdo che in realtà è parte di un lungo viaggio che comincia molto prima. Gestire il fenomeno a valle vuol dire allontanarsi dalla soluzione.

“Reinserire la protezione umanitaria” anche qui saremo l’unico Paese d’Europa con uno strumento così poco definito. Ok non applicare la norma introdotta dal decreto sicurezza in maniera retroattiva, come del resto ha già stabilito la cassazione, ma pericoloso reintrodurlo senza paletti. I numeri per la permanenza rischierebbero di schizzare.

La gestione dei flussi migratori è un fenomeno che deve essere trattato con molta attenzione e senza necessità di mettere subdole “bandierine” politiche. In primis dobbiamo confrontare le nostre leggi con quelle degli altri Paesi europei. I trafficanti leggono i giornali italiani, s’informano in rete. Anche la comunicazione è un “pull factor”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Se entri in Italia entri in Europa. Per cui il primo passo per operare modifiche nella gestione del nostro sistema, già all’avanguardia, è ottenere le giuste garanzie europee. Non dimentichiamolo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Irpinia: ecco la mappa aggiornata, Comune per Comune, al 26 marzo 2020

  • La 3DRap di Mercogliano trasformerà maschere da sub in ventilatori

  • Coronavirus, l'aggiornamento della Protezione Civile: "Sono 62.013 i positivi, in Campania 1.169"

  • Ad Avellino il lievito sospeso, in regalo a chi ne ha bisogno

  • Bonus 600 euro, si parte il primo aprile: l'Inps spiega come averlo

  • Coronavirus, chiudono i benzinai: "Siamo in ginocchio"

Torna su
AvellinoToday è in caricamento