Paolo De Falco si dimette da consigliere di Monteforte: disegnerà il futuro urbanistico

Chiara Motta nuovo consigliere comunale

A disegnare il futuro urbanistico di Monteforte Irpino sarà il candidato sindaco 5 stelle Paolo De Falco, consigliere comunale fino a ieri. Al giovane ingegnere, che fa parte di un team di professionisti tra i quali spicca il professore Carlo Alberto Barbieri, ordinario di tecnica urbanistica al Politecnico di Torino, è stato affidato il compito di redigere il piano urbanistico comunale. Onde evitare polemiche per presunte incompatibilità, De Falco ha deciso di dimettersi da consigliere comunale. Al suo posto nel prossimo consiglio comunale entrerà la prima dei non eletti Chiara Motta.

“Ho ritenuto necessario effettuare questa scelta, condivisa con tutto il gruppo M5S Monteforte Irpino, per sgombrare il campo da qualunque ipotesi di incompatibilità con i miei interessi di natura professionale e lavorativa. Sono stato orgoglioso di aver ricoperto la carica per questi sei mesi e di essermi impegnato, nei limiti delle mie possibilità, contribuendo all’operato del consiglio comunale.
Sono certo che chi mi sostituirà sarà all’altezza del ruolo, portando avanti i principi e gli ideali del Movimento 5 Stelle Monteforte Irpino, in un’azione di continuità con i primi mesi di questa amministrazione: continueremo a rappresentare gli interessi di tutti i cittadini Montefortesi, svolgendo al meglio il nostro ruolo di controllare e verificare che ci sia una corretta amministrazione della cosa pubblica”.
Il team di esperti si è impegnato di redigere il piano entro cinque mesi ad un costo di 57mila euro.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Sciatori dispersi sono stati ritrovati: sono vivi dopo una notte al gelo

    • Cronaca

      Restano bloccati in auto a Montevergine, salvati dai vigili del fuoco

    • Cronaca

      Pregiudicato evade dai domiciliari: arrestato dai carabinieri

    • Cronaca

      L'edificio non è sicuro, chiude la scuola primaria "Giovanni XXIII" di Montefalcione

    I più letti della settimana

    • Fondo di rotazione, Regione Campania pubblica la graduatoria

    • Fondo di rotazione, il sindaco di Cassano mette in guardia

    • Noi con Salvini: "Provincia indegna e vergognosa"

    • Fondi giostre per disabili: finanziati i cinque comuni più rapidi

    • Comune, Foti ridistribuisce le deleghe

    • Convocazione straordinaria del Consiglio Comunale di Avellino

    Torna su
    AvellinoToday è in caricamento