Contrada, terremoto in Giunta: vice sindaco e un assessore lasciano il sindaco

Pomo della discordia il Piano Urbanistico Comunale

Terremoto politico al Comune di Contrada. Il vicesindaco  Michelino Oliviero e l’assessore Nicola Capriolo rassegnano le dimissioni dai rispettivi ruoli politici in Giunta. La goccia che ha fatto traboccare il vaso il Piano Urbanistico Comunale. Le accuse al primo cittadino Filomena Del Gaizo sono di voler scegliere da sola senza accogliere le richieste degli stessi assessori e consiglieri. Una situazione precaria in maggioranza, che si acuisce sempre più. “E’ una manovra elettoralistica trascurando totalmente lo sviluppo del paese” scrivono nella lettera di dimissioni i due consiglieri, tra i più votati tra la gente. E aggiungono: “Queste riserve sono state evidenziate anche dall’opinione pubblica ma purtroppo ritenute dal sindaco irrilevanti, anteponendo spesso aspetti personali alla risoluzione delle problematiche”. Ora il primo cittadino è alle strette, può contare solo su sei consiglieri dalla sua parte ma non è escluso che qualcun altro nei prossimi giorni possa manifestare il dissenso visto la situazione difficile. In consiglio ad oggi c'è la perfetta parità: 6 di maggioranza e 6 di minoranza. E la prossima primavera 2019 c'è il rinnovo del consiglio comunale.

Potrebbe interessarti

  • Vince mezzo milione con un gratta e vinci da 5 euro

  • Avellino Pride, nonna Eleonora: "Sono orgogliosa di mio nipote che ama un uomo"

  • Un irpino alla direzione del Primadonna fusion cafè nel salotto buono di Riccione

  • Eccellenze della Scuola: la giovane irpina Aurora conquista Roma

I più letti della settimana

  • Ragazza di appena 28 anni si toglie la vita

  • Uomo si accascia davanti la caserma dei carabinieri e muore

  • Il pane di Sant'Antonio e il miracolo di Tommasino

  • Un immenso fiume di droga tra Napoli e Avellino, sgominata piazza di spaccio

  • Vince mezzo milione con un gratta e vinci da 5 euro

  • Uomo stroncato da un malore nel corso del mercato settimanale

Torna su
AvellinoToday è in caricamento