La Cripta del Duomo, spettacolare palcoscenico per il Teatro del Clan H

  • Dove
    Indirizzo non disponibile
  • Quando
    Dal 21/05/2019 al 21/05/2019 solo domani
    Orario non disponibile
  • Prezzo
    Prezzo non disponibile
  • Altre Informazioni

La Compagnia Clan H diretta da Lucio Mazza si prepara per una serie di attività ed appuntamenti. E’ previsto per mercoledì 15 maggio alle ore 20 e 30 il saggio di fine corso di espressione teatrale e formazione dell’attore dal titolo: DIKE:CAPITOLO I- Agamennone; invece il giorno martedì 21 maggio, il primo anno in scena con DIKE: CAPITOLO II-Le coefore, entrambi presso la cripta del Duomo di Avellino. Dramma di ancestrali rancori e sanguinose vendette, si narra la morte, per mano di Clitennestra e del suo amante Egisto, di Agamennone, tornato vincitore da Troia; la vendetta di Oreste, figlio dell’ucciso, che non esita di fronte al matricidio. La volontà degli eroi di Eschilo, prigionieri senza scampo di un circuito in cui vittime e carnefici sono destinati a scambiarsi inesorabilmente i ruoli, è un rovello interiore, non più un dio che dall’esterno guida e sospinge. Il dovere di scegliere è il polo tragico del suo teatro: colpire o ritrarsi? Soffocare o sciogliere la guerra interiore che ci strazia?
I due testi tratti dall’Orestea di Eschilo procedono verso un’azione ferma e preponderante, decisa e diretta verso il compimento della vendetta. Necessità dei protagonisti Clitennestra e Oreste di fare giustizia. La figura di Dike, che nella religione dell'antica Grecia rappresenta la dea della Giustizia, fornisce degli elementi tragici e immagini particolarmente idonee ad esprimere poeticamente un'esperienza spirituale molto viva e intensa. Molti richiami al senso di giustizia odierno, dove la giustizia sommaria, l’imbarbarimento dell’accanimento giudiziario, il suo costante indebolimento, le lungaggini burocratiche e tanto altro, danno senso ad un testo che, di certo, non è recente. Si è scelto, grazie alla collaborazione con la Diocesi e con la parrocchia della SS Assunta, la cripta della Cattedrale, per rivitalizzare il rapporto con il centro storico della città, dando forza e vigore a una presenza non sporadica ma intensa. I laboratori teatrali, diretti da Salvatore Mazza con l’ausilio di attori /formatori del CLAN H, sono diventati in questi anni un valido strumento espressivo e comunicativo che consente ai partecipanti di crescere e sviluppare forme di comunicazioni e di relazione con gli altri, associando capacità di ascolto, improvvisazioni guidate e capacità di espressione, sia singola che, soprattutto, di gruppo. Da quasi trentanni, ininterrottamente, c’è sempre un grande interesse intorno a questo appuntamento che non ha alcun sovvenzionamento pubblico e che, ogni anno, riscuote sempre maggiore successo, diventando sempre più il punto di riferimento della formazione teatrale in città.  GLI ALLIEVI-ATTORI che si alterneranno sul palco sono: Umberto Branchi,  Arianna  De Maio, MariaPia Di Padova, Antonia Guerra, Federica Avagnano, Francesco Colella,Paola D’Aniello, Gabriella Del Gaudio, Benedetta Picariello, Alessio Tito,  Raffaele Benevento, Noemi Basile, Roberta Buonavita, Stefano Buonavita, Sara Cillo,Gianluca D’Acierno, Ludovica De Falco, Annachiara Della Bella, Benedetta Faia, Dora Melillo, Rossella Palumbo, Giovanna Perna, Luca Picariello, Armando Renzullo, Francesco S. Ruggiero, Alessia Trippolini.
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Teatri, potrebbe interessarti

  • La Cripta del Duomo, spettacolare palcoscenico per il Teatro del Clan H

    • 21 maggio 2019

I più visti

  • Cantine Aperte, un'occasione per conoscere il mondo enologico irpino

    • dal 25 al 26 maggio 2019
  • Santa Rita, il 22 maggio la processione in onore della Protettrice dei casi impossibili

    • 22 maggio 2019
  • Inaugura Bar Terminal, il bus caffetteria con stazione di ricarica per auto elettriche

    • solo domani
    • 18 maggio 2019
  • Al Santuario di San Gerardo la giornata delle mamme e dei bambini

    • 26 maggio 2019
Torna su
AvellinoToday è in caricamento