Un trionfo di gusto, Montoro celebra le sue eccellenze alla Sagra della Patata e della Cipolla

Tra i piatti piú attesi il tegamino dell'abbondanza e la genovese realizzata con la pasta del Pastificio Graziano premiato dal Gambero Rosso tra i migliori in Italia

Fervono i preparativi per la XVIII edizione della Sagra della Patata Banzanese: da giovedì 22 a domenica 25 agosto 2019 Banzano di Montoro accoglierà migliaia di turisti deliziandoli con piatti tipici a base di patate, funghi porcini e cipolla ramata, un trionfo di sapori e profumi della nostra terra.
Un lavoro pieno di amore e passione lungo diciotto anni che, grazie alla qualità dei cibi che sono proposti, ha reso la manifestazione enogastronomica tra le più apprezzate anche oltre i confini provinciali, raggiungendo anno dopo anno livelli di eccellenza. L’intento della Pro Loco Banzano, attraverso la sagra è  quello di deliziare i presenti con piatti tradizionali che sono preparati con prodotti tipici del territorio. La protagonista assoluta delle serate sarà la patata Banzanese inserita nel Deco (denominazione comunale di origine) della città di Montoro, la cui coltivazione, attestata sin dalla fine del settecento, è favorita da un microclima peculiare e terreni ricchi. Un consiglio per tutti gli amanti delle tradizioni culinarie è di non perdersi il tegamino dell'abbondanza, un must di questa sagra a base di patate, provola, salsiccia e funghi porcini. Insieme alle tante pietanze preparate con la patata Banzanese sarà possibile gustare anche altre prelibatezze che esalteranno la bontà dei funghi porcini e di un alimento che da due anni abbiamo voluto fortemente, in segno di unione e collaborazione oltre che per arricchire ulteriormente la sagra di Banzano: si tratta della celeberrima cipolla ramata di Montoro grazie alla collaborazione dell’azienda agricola G.B. di Nicola Barbato. La cipolla ramata è tipica della Valle dell’Irno e deve il suo nome ai luminosi riflessi ramati delle tuniche esterne che la ricoprono. È dolce, profumata, presenta aromi caratteristici insieme ad un sapore inconfondibile che la fa apprezzare sia cruda che cotta nelle più svariate proposte culinarie come la genovese, anelli fritti di cipolle e la sorprendente parmigiana di cipolle in vetro, tutto impreziosito dalla bontà della pasta artigianale del Pastificio Graziano di Manocalzati riconosciuto da Gambero Rosso tra i migliori d'Italia, e dall' ottima qualità della carne della Macelleria Ferrara/Cirino.

Il grande successo di questa manifestazione è dovuto ai prodotti di primissima qualità a km zero ed all’impegno dell’Associazione Pro Loco “Banzano”, che può contare sull’intraprendenza e dinamismo di tanti volontari.  Infine, quest’anno è stata elaborata e messa su carta una proposta per fare rete tra comune associazione e scuola: nello specifico è stato proposto al comune di istituire due borse di studio per gli studenti dell'istituto alberghiero presente sul territorio.  

Con il titolo “ tra sapori, prodotti tipici, cultura e tradizioni di un territorio tutto da scoprire”, tale proposta è stata presentata al sindaco  Girolamo Giaquinto ed al vice sindaco Tolino Francesco, i quali hanno ritenuto l’iniziativa meritevole  e di conseguenza ne valuteranno la fattibilità. La Sagra della Patata Banzanese beneficia del patrocinio del Comune di Montoro, della Provincia di Avellino e dell’UNPLI (Unione Nazionale delle Pro Loco d’Italia).
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Migliori pizzerie ad Avellino e Provincia, ecco la nostra nuova "Top ten"

  • Tragedia in autostrada, morto un irpino e la figlia di 6 anni

  • Schianto terribile, un morto e un ferito grave

  • Incendio ad Avellino, risarcimento danni per i residenti

  • Incendio Pianodardine: l'Asl vieta raccolta e consumo di frutta, verdura, acqua, latte e uova

  • Matrimonio "falso" in Irpinia: lo sposo non è ancora divorziato

Torna su
AvellinoToday è in caricamento