Bando di concorso per istruttore tecnico presso Comune di Lacedonia

L'importante bando di concorso

Concorso pubblico, per esami, per la copertura, a tempo indeterminato e parziale al 50 per cento, di un posto di istruttore tecnico, categoria C, da assegnare all'area tecnico-manutentiva. (GU n.5 del 18-01-2019)

REQUISITI: 

a) cittadinanza italiana ovvero cittadinanza di uno degli Stati membri dell’Unione europea, fatte salve le eccezioni di cui al D.P.C.M. 07.02.1994, n. 174; b) età non inferiore agli anni 18; c) idoneità fisica all’impiego. L’Ente ha facoltà di sottoporre i vincitori a visita medica di controllo; d) non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo e non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, ovvero non essere stati dichiarati decaduti da un impiego statale, ai sensi dell’art. 127, primo comma, lettera d) del Testo Unico delle disposizioni concernenti lo statuto degli impiegati civili dello Stato, approvato con decreto del Presidente della Repubblica 10.1.57, n. 3; e) per i candidati di sesso maschile nati entro il 31.12.1985: essere in posizione regolare nei riguardi degli obblighi di leva e del servizio militare (tenuto conto di quanto previsto dagli articoli 1928 e 1929 del D.Lgs. 15.03.2010, n. 66 – Codice dell’ordinamento militare); f) essere in possesso del seguente titolo di studio: diploma di istruzione secondaria superiore di geometra o equipollente ai sensi di legge; Sono ammessi, conformemente al consolidato orientamento giurisprudenziale, i candidati in possesso di qualsiasi diploma di istruzione secondaria superiore purché accompagnato, quale titolo assorbente, da: - lauree universitarie delle classi 4, 7 e 8 (ordinamento D.P.R. 509/1999), ai sensi dell’art. 55, comma 2, lettera b) del D.P.R. 05.06.2001, n. 328, e classi di lauree equiparate ai sensi del D.M. 09.07.2009; - lauree specialistiche LS (ordinamento D.P.R. 509/1999) delle classi 3S, 4S, 28S, 38S, 54S, o diplomi di laurea del vecchio ordinamento e lauree magistrali equiparate ai sensi del D.M. 09.07.2009; g) non aver riportato condanne penali ostative all’accesso al pubblico impiego o preclusive della conservazione del rapporto di lavoro ai sensi delle norme e dei contratti collettivi nazionali di lavoro vigenti, non avere procedimenti penali in corso che impediscano, ai sensi delle vigenti disposizioni in materia, la costituzione del rapporto d’impiego con la Pubblica Amministrazione e non essere stati interdetti o sottoposti a misure che escludano, secondo la normativa vigente, la nomina agli impieghi presso pubbliche amministrazioni, con particolare ed esemplificativo riferimento alla legge 27 marzo 2001, n. 97, all’art. 94 del testo unico approvato con D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 ed agli artt. 25, 25-bis e 27 del contratto collettivo nazionale di lavoro stipulato il 6 luglio 1995, e successive integrazioni; h) essere a conoscenza dell'uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse; i) essere a conoscenza della lingua inglese. Sono equiparati ai cittadini italiani i cittadini degli stati membri dell’unione europea, purché: - godano dei diritti civili e politici anche negli stati di appartenenza o provenienza; - posseggano i requisiti richiesti dal presente bando di concorso per i cittadini italiani - salvo quello della cittadinanza italiana - ; in particolare, i cittadini dell'unione europea che siano in possesso di titolo di studio straniero dovranno aver ottenuto la sua equipollenza, a tutti gli effetti di legge, con quello italiano prescritto per l'ammissione al concorso, ai sensi e con le modalità di cui all'articolo 379 del testo unico approvato con decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, e successive modificazioni, nonché alle norme, circolari e istruzioni amministrative emanate in materia; - posseggano adeguata conoscenza della lingua italiana. --- Sono altresì equiparati ai cittadini italiani gli italiani non appartenenti alla Repubblica italiana.

DOVE VA SPEDITA LA DOMANDA: 

Ufficio Protocollo Comune di Lacedonia, Corso Amendola n. 10, codice di avviamento postale 83046, Lacedonia (AV) PEC protocollo.lacedonia@asmepec.it

CONTATTA L'ENTE: 

Ufficio protocollo del Comune di Lacedonia (AV), corso Amendola n. 10, nell'orario di apertura al pubblico nei giorni: lunedi', martedi', mercoledi', giovedi' e venerdi' dalle ore 9,00 alle ore 13,00 ed il martedi' e il giovedi' dalle ore 15,30 alle ore 17,30. - Tel. 0827 85035; - fax 0827 85051 - indirizzo di posta elettronica certificata: protocollo.lacedonia@asmepec.it www.comune.lacedonia.av.it

PROVE D'ESAME: 

Preselezione. Il concorso è volto all’accertamento dell’attitudine e della competenza a svolgere le mansioni riferite alla categoria “C” profilo professionale “Istruttore tecnico” (allegato al presente bando) da assegnare all’Area Tecnico-Manutentiva e l’esame consisterà in due prove scritte ed una prova orale nelle seguenti materie d’esame: Ordinamento degli enti locali compreso l’ordinamento finanziario e contabile armonizzato ai sensi del D.Lgs. 118/2011, legislazione sul procedimento amministrativo e sul diritto di accesso ai documenti amministrativi e tutela della riservatezza/protezione dei dati personali; legislazione in materia di prevenzione della corruzione, trasparenza, accesso civico (semplice e generalizzato); legislazione inerente alla semplificazione della documentazione amministrativa (D.P.R. 445/2000), all’amministrazione digitale (D.Lgs. 82/2005), modulistica unica standardizzata dello sportello unico dell’edilizia (SUE) e dello sportello unico attività produttive (SUAP); elementi di diritto amministrativo (limitatamente alla responsabilità della Pubblica Amministrazione); reati contro la pubblica amministrazione (Codice penale, libro 2°, titolo 2°); elementi sulla legislazione riguardante i contratti pubblici e, in particolare, appalti e concessioni lavori pubblici, servizi e forniture (D.Lgs. 50/2016 e correttivo e linee guida ANAC), calcolo e contabilità dei lavori; elementi sulla legislazione nazionale e regionale in materia di urbanistica e gestione del territorio e in materia di edilizia e di tutela dell’ambiente e del paesaggio; elementi sulla legislazione in materia di attività produttive e sportello unico; normativa in materia sismica; procedure espropriative per pubblica utilità; impianto di cantieri edili e stradali; costruzioni e topografia; estimo (stime dei fabbricati e delle aree); legislazione in materia di sicurezza sul lavoro; legislazione sui beni demaniali e patrimoniali, usi civici e demanio collettivo, protezione civile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Brutto incidente ad Avellino, tre le auto coinvolte

  • Nuovo Clan Partenio, si stringe il cerchio sui rapporti tra camorristi e professionisti

  • Quasi tre anni in carcere da innocente, finisce l'incubo di un 23enne

  • Dipendente “infedele” ruba nel supermercato dove lavora

  • Stop alla rilevazione del Gas Radon: la soddisfazione di CNA e Confesercenti

  • La "Masi" anticipa l'uscita per il terremoto, la dirigente rimuove il responsabile 

Torna su
AvellinoToday è in caricamento