Ema, riorganizzazione produttiva e investimenti per il rilancio

La Rolls Royce del dopo Brexit sceglie l’Irpinia per le produzioni di qualità

La Rolls Royce del dopo Brexit sceglie l’Irpinia per le produzioni di qualità e decide di
investire alla Ema di Morra De Sanctis.
L’uomo forte che ha convinto gli azionisti inglesi a fare il grande passo, è l’Ing.
Domenico Sottile (nuovo A.D.) che insieme al Direttore del Personale Mario De Silvo
hanno rivoluzionato l’assetto produttivo interno e modificato il rapporto con
l’indotto.
La Fismic ha analizzato il merito delle comunicazioni fatte nell’incontro di ieri
all’Unione Industriali con una riunione della Segreteria Provinciale, allargata all’Rsu
Maria Antonietta Cozza .
Il piano quadriennale presentatoci dall’Ing. Sottile dichiara Il Segretario della Fismic
giuseppe Zaolino, è un’importante svolta economica, produttiva ed occupazionale
per l’intera Provincia di Avellino.
Avere in Alta Irpinia una grande azienda che si appresta a superare i 1000
dipendenti di cui quasi il 40% donne è una grande risorsa che va accompagnata
dalla Regione e dalla Provincia con politiche di sostegno ed infrastrutture capaci di
agevolare lo sviluppo e rendere quella parte della nostra Provincia un territorio
appetibile anche per altri investimenti .
Vogliamo ricordare a tutti quelli che oggi rivestono incarichi istituzionali e di
Governo che in Alta Irpinia è sempre più difficile produrre.
D’inverno bastano pochi centimetri di neve per bloccare i lavoratori e rendere
impossibile raggiungere i posti di lavoro.
A volte basta una pioggia di media portata per interrompere l’energia elettrica .
Se dovessero permanere ancora a lungo queste condizioni difficili per operare,
metteremmo a grave rischio gli investimenti in arrivo e passeremmo dall’esaltazione
alla depressione sociale .
Noi come Fismic e come Sindacato unitario conclude Zaolino, ci batteremo insieme
ai lavoratori per aiutare la fabbrica a crescere e se necessario anche contestando
tutti quei politici sempre pronti alle passerelle ed incapaci di risolvere i problemi
strutturali che abbiamo denunciato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco il tragitto del giovane tornato da Codogno: "E' tornato in auto"

  • Torna da Milano con la febbre altissima, trasportato al Moscati

  • Coronavirus, di ritorno a Montefusco da Codogno: scatta il protocollo

  • Coronavirus, due fratelli tornano a Lauro da Codogno: scatta il protocollo

  • Avellino in lutto, è morto il "vigile urbano buono"

  • Coronavirus, Lauro, il sindaco: "Hanno viaggiato in treno e poi sono andati a prenderli in auto"

Torna su
AvellinoToday è in caricamento