Ermenegildo Parenti premiato a Perugia con una borsa di studio

Intitolata alle due dipendenti regionali uccise il 6 marzo del 2013 mentre erano al lavoro nel proprio ufficio nella sede del Broletto a Perugia

Ermenegildo Parenti di Avellino ha ricevuto la borsa di studio "Premio Daniela Crispolti e Margherita Peccati", intitolata alle due dipendenti regionali uccise il 6 marzo del 2013 mentre erano al lavoro nel proprio ufficio nella sede del Broletto a Perugia. 

La cerimonia si e' svolta nel salone d'Onore di palazzo Donini, alla presenza dei familiari delle due impiegate uccise. "Penso che questo premio è una opportunita', di poter conservare e valorizzare la memoria del lavoro di Daniela e Margherita, come delle altre migliaia di lavoratrici e lavoratori pubblici che costituiscono la parte migliore della Pubblica Amministrazione ed il cui impegno molto spesso passa in secondo piano rispetto a notizie di cronaca che raccontano vicende negative di una minoranza di dipendenti" ha detto la presidente della Regione.

Per questa edizione 2015 del premio, la commissione, nel valutare le sei tesi pervenute, ha assegnato il riconoscimento a Ermenegildo Parenti di Avellino per la tesi: "Appalti: legislazione europea e analisi economica con relatore il prof. Marco Boccaccio - Dipartimento di Economia dell'Universita' degli studi di Perugia, Laurea Magistrale in amministrazione e legislazione aziendale. Attualmente Parenti sta svolgendo il tirocinio extracurriculare presso il Comune di Perugia dove seguira' i progetti di "Perugia Smart city". Il premio consiste in un assegno del valore di 6 mila euro e l'accesso ad un tirocinio extracurricolare nella pubblica amministrazione. L'importo per il vincitore e' suddiviso in 3.000 euro per il premio e 3.000 euro per lo svolgimento del tirocinio della durata di sei mesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Brutto incidente ad Avellino, tre le auto coinvolte

  • Nuovo Clan Partenio, si stringe il cerchio sui rapporti tra camorristi e professionisti

  • Quasi tre anni in carcere da innocente, finisce l'incubo di un 23enne

  • Dipendente “infedele” ruba nel supermercato dove lavora

  • Stop alla rilevazione del Gas Radon: la soddisfazione di CNA e Confesercenti

  • La "Masi" anticipa l'uscita per il terremoto, la dirigente rimuove il responsabile 

Torna su
AvellinoToday è in caricamento