CaZè, bevanda alcolica fermentata a base di farina di castagne

La bevanda è stata realizzata nell'ambito del progetto "Probante" che vede protagonisti tre partner: la Sezione di Microbiologia del Dipartimento di Agraria dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, la Società Agricola Monte Acellica srl e l'azienda capofila Malerba Castagne di Salvatore Malerba

Dalla Castagna di Montella IGP nasce CaZè, una bevanda alcolica gluten free fermentata a base di farina di Castagne di Montella IGP, aromatizzata con zenzero e prodotta per utilizzo di un lievito probiotico (Saccharomyces boulardii). CaZè si aggiunge alla Birra alla Castagna di Montella IGP, nata nei mesi scorsi.

La bevanda è stata realizzata nell’ambito del progetto “Probante” che vede protagonisti tre partner: la Sezione di Microbiologia del Dipartimento di Agraria dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, la Società Agricola Monte Acellica srl e l’azienda capofila Malerba Castagne di Salvatore Malerba. Il progetto – di cui è responsabile tecnico scientifico il professore Giuseppe Blaiotta della Sezione di Viticoltura ed Enologia del Dipartimento di Agraria dell’Università degli Studi di Napoli Federico II - rientra nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale della Campania 2007-2013 Misura 124 (Cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nel settore agricolo e alimentare e settore forestale) ed è stato realizzato grazie ad un bando del Gal Irpinia.

Negli ultimi anni la produzione castanicola irpina è stata pregiudicata da condizioni climatiche sfavorevoli e falcidiata dal cinipide galligeno, riducendola a poco più della metà e provocando il depauperamento degli standard qualitativi tipici della Castagna di Montella IGP. Da qui la promozione del progetto Probante. L’obiettivo è lo sviluppo di prodotti alternativi ad elevato valore aggiunto in grado si destagionalizzare l’offerta produttiva di castagne e valorizzare le eccedenze della filiera castanicola di scarso valore merceologico, esplorando il potenziale applicativo delle biotecnologie microbiche per l’ottenimento di nuovi alimenti a base di Castagna di Montella per via fermentativa.

Il progetto è stato orientato anche allo sviluppo e alla caratterizzazione di birra aromatizzata alla Castagna di Montella per esaltarne il sapore e persuadere i più competenti cervoisier sul legame che la birra, prodotto non rigidamente incardinato nella tradizione italiana, può creare con il territorio. I risultati delle ricerche e i prodotti realizzati nell’ambito del progetto Probante verranno presentati e illustrati nel corso del convegno di chiusura del Progetto dal titolo “Sviluppo della tecnologia per la produzione di birra alla castagna di Montella - Psr Misura 124” che si terrà a Montella il 29 giugno alle ore 15.30 presso Villa De Marco. L’appuntamento chiude un ciclo di incontri svoltisi lo scorso 19 marzo e il 3 giugno incentrati sulla Cotta Pubblica. Incontri che hanno riscosso grande interesse e partecipazione non solo di addetti ai lavori, ma anche di tanta gente comune incuriosita dalle varie fasi di realizzazione della birra spiegate dagli attori del progetto.

Al termine del convegno ci sarà la visita all’impianto presso l’azienda Malerba Castagne in località San Francesco a Montella. Si potranno degustare la bevanda CaZè e la birra aromatizzata alla Castagna di Montella IGP realizzate nell’ambito del progetto Probante.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Allerta Meteo in Campania, comunicato della Protezione Civile

  • Cronaca

    Ucraino sorpreso dai carabinieri senza permesso di soggiorno, espulso

  • Cronaca

    Trasformazioni di aree boscate in assenza di autorizzazione paesaggistica

  • Cronaca

    Tenta il suicidio infliggendosi coltellate all'addome

I più letti della settimana

  • Nove posti per diplomati in ente irpino: pubblicato il bando

  • Mazzette per pilotare le sentenze, 14 arresti: ci sono anche due irpini

  • Maxi frode milionaria a Padova, coinvolta anche Avellino

  • Vigile urbano investito ad Avellino

  • La ministra Lezzi bypassa gli operai dell'ex Irisbus ma trova il tempo per portare a casa i torroni irpini

  • Ancora guai per JusTv: disposto il sequestro preventivo delle frequenze in uso

Torna su
AvellinoToday è in caricamento