Agricoltura sociale, forum a Pratola Serra

ll progetto ha come obiettivo quello di porre le basi per la creazione di un distretto rurale di economia sociale e solidale come nuova prospettiva di welfare locale attraverso progetti di cura di vita

Sarà presentato domani (venerdì 25 settembre), alle ore 10,30, il progetto pilota “L’agricoltura sociale come opportunità di sviluppo rurale sostenibile; L’economia come Relazione di Comunità; Prospettive di applicazione in un progetto di cura e di vita” presso la Fattoria Sociale Isca delle Donne (via Ventole snc, Pratola Serra), a cura del Società Cooperativa Gea Irpina Impresa Sociale Fattoria Sociale Onlus e del Gal Partenio Consorzio.
ll progetto ha come obiettivo quello di porre le basi per la creazione di un distretto rurale di economia sociale e solidale come nuova prospettiva di welfare locale attraverso progetti di cura di vita e di cura individualizzati coniugando le tradizionali attività produttive con l’agricoltura sociale, la sostenibilità ambientale e l’inclusione socio lavorativa dei soggetti deboli.

Il programma prevede l’avvio dei lavori a cura di Maurizio Reveruzzi (coordinatore Gal Partenio) e di Luigi Fandelli (Presidente Soc. Coop. Gea Irpina Impresa Soc. Fattoria Sociale Onlus). Sono previsti inoltre gli interventi di Adele Galdo (responsabile Progetto Pilota), Giuseppe Capriolo (Consiglio per la ricerca in Agricoltura e l’analisi dell’Economia Agraria), Lucia Coletta (Regione Campania Direzione Generale Politiche Agricole e Forestali), Carlo Mele (Direttore Caritas Diocesana di Avellino), Anna Maria De Gruttola (Direttore U.E.P.E.), Marco Cillo (Assessore alle politiche Sociali Comune di Avellino), Salvatore Loffreda (Direttore Provinciale Coldiretti Avellino), Antonio Aufiero (sindaco Comune di Pratola Serra), Palerio Abate (CDA Gal Partenio). Le conclusioni del convegno sono affidate a Salvatore Esposito (Società Consortile Mediterraneo Sociale) e Luca Beatrice (Presidente Gal Partenio).

I destinatari di tale progetto sono le persone più a rischio di esclusione sociale residenti o domiciliati nel territorio afferente al Gal Partenio, con l’obiettivo di porre le basi per la creazione di un distretto rurale di economia sociale e solidale, come nuova prospettiva di welfare locale, attraverso progetti di cura e di vita su misura.
Gli ambiti attorno ai quali si sviluppa l’attività di progettazione, studio e coordinamento sono l’agricoltura sociale, la sostenibilità ambientale, l’economia sociale, l’inclusione socio-lavorativa dei soggetti deboli.
Tale obiettivo sarà perseguito promuovendo azioni di accoglienza, accompagnamento e formative che possano fornire strumenti concreti di acquisizione di professionalità in agricoltura e favorire così l’inserimento nel mondo del lavoro attraverso nuovi percorsi di formazione ed educazione che possano agevolare l’integrazione e la prevenzione del disagio.
I partner invitati per l’individuazione del percorso di accompagnamento al lavoro sono l’Ambito Sociale A04, l’Ufficio Esecuzione penale Esterna Av-Bn, il Comune di Pratola Serra con il Centro Medico Socio-Psicologico e la Caritas Diocesana Avellino.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Migliori pizzerie ad Avellino e Provincia, ecco la nostra nuova "Top ten"

  • Tragedia in autostrada, morto un irpino e la figlia di 6 anni

  • Incendio Pianodardine: l'Asl vieta raccolta e consumo di frutta, verdura, acqua, latte e uova

  • Incendio ad Avellino, risarcimento danni per i residenti

  • Incendio Pianodardine, ecco la prima relazione Arpac sulla qualità dell’aria

  • Irpinia senza pace: nuove fiamme sul Partenio

Torna su
AvellinoToday è in caricamento