Molestie a scuola: arriva la scarcerazione per il docente accusato di violenza sessuale

La decisione del Tribunale del Riesame

In tarda serata, il Riesame ha deciso in merito ai procedimenti a carico dei quattro docenti dell'asilo di Solofra indagati per presunti maltrattamenti e abusi ai danni di alcuni bambini.

La dodicesima sezione del Riesame, presieduta da Paola Russo, ha stabilito la scarcerazione del professore di religione Gerardo De Piano, 56 anni, finito in manette dieci giorni fa insieme ad altre tre docenti della scuola primaria. L'insegnante era stato colpito da ordinanza di arresto ai domiciliari per alcune immagini risultanti dalla video indagine dei carabinieri (si è parlato di palpeggiamenti tra le gambe di un bambino). Lo stesso 56enne di Solofra venne poi condotto in carcere, a poche ore dalla convalida del provvedentourage,  per aver violato i domiciliari: era stato trovato in compagnia della mamma di una presunta vittima e di un prete.

Il Riesame ha però revocato gli arresti per mancanza di indizi di colpevolezza, nonostante altri video visionati in mattinata e presentati dal PM Luigi Iglio. I video, prodotti dall'indagine dei carabinieri, non avevano mai convinto fino in fondo il legale dell'uomo, Gaetano Aufiero, che, fin dal primo momento, aveva puntato il dito contro la poca "chiarezza" delle immagini, mettendo in discussione i procedimenti.

Per gli altri indagati (tre insegnanti, una di Santa Paolina sottoposta ad obbligo di dimora) il Riesame ha invece stabilito solo misure interdettive (valida anche per il docente di cui sopra)  per i maltrattamenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Migliori ristoranti di Avellino, ecco la nostra classifica

  • Fine dei disagi, riapre il viadotto di Parolise

  • Colta da un malore durante un compleanno, muore 18enne

  • Tremendo schianto frontale, donna muore sul colpo

  • Nuovo Clan Partenio, ecco come è cambiata la camorra in Irpinia dopo l'operazione "Partenio 2.0"

  • Nuovo Clan Partenio, c'è attesa per capire il destino dei locali "It's Ok" e "Pomodoro"

Torna su
AvellinoToday è in caricamento