Trasportano materiale ferroso in modo illegale: denunciati

Per i due soggetti, ritenuti responsabili di “raccolta e trasporto illecito di rifiuti”, è dunque scattata la denuncia in stato di libertà

Intercettato e controllato un camion con a bordo due persone che, per le contrade del comune di San Mango sul Calore, raccoglievano rottami ferrosi per poi smaltirli illegalmente.

L’attività rientra in una serie di servizi dei Carabinieri della Compagnia di Montella, finalizzati all’accertamento di reati connessi alla tutela dell’ambiente e della salute pubblica, in particolare al contrasto dello smaltimento e del trasporto illecito di rifiuti e sostanze inquinanti.

Grazie alla proficua attività info-operativa e confortati anche da alcuni spunti informativi derivanti dall’approfondita conoscenza del territorio e delle realtà locali, i Carabinieri della Stazione di Paternopoli, a seguito di specifici controlli, hanno intercettato e controllato un autocarro che trasportava rifiuti non pericolosi, costituiti da ferraglia come cerchi di autovettura, una vecchia stufa a legno, ma anche secchi e pezzi di ferri scarto di costruzioni edili.

I controlli dei Carabinieri hanno permesso di verificare che i due napoletani, un 68enne ed un 20enne, stavano effettuando il trasporto senza essere in possesso di alcuna autorizzazione o iscrizione all’Albo Nazione Gestore Rifiuti, necessaria per effettuare la raccolta, trasporto e smaltimento di rifiuti di ogni genere.

Per i due soggetti, ritenuti responsabili di “raccolta e trasporto illecito di rifiuti”, è dunque scattata la denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino, diretta dal Procuratore Capo Rosario.

Immediatamente, al fine di interrompere l’illecita attività appena contestata, i Carabinieri hanno sottoposto a sequestro sia l’autocarro utilizzato che i rifiuti ferrosi trasportati.

Sono tuttora in corso accertamenti per individuare sia i luoghi dove hanno prelevato i rottami ferrosi che i siti dove i rifiuti sarebbero stati poi smaltiti illecitamente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arrestato Vincenzo Schiavone, proprietario di Villa Esther e Santa Rita

  • Migliori ristoranti di Avellino, ecco la nostra classifica

  • Lavoro in Comune a tempo indeterminato: si cercano diplomati

  • Spaventoso schianto in galleria, ci sono numerosi feriti

  • Nuovo Clan Partenio, c'è attesa per capire il destino dei locali "It's Ok" e "Pomodoro"

  • Paura ad Avellino, doppio incendio di auto nella notte

Torna su
AvellinoToday è in caricamento