Agente della polizia postale si toglie la vita con un colpo di pistola

E' stato trovato morto nel bagno. Non si conoscono le motivazioni del suicidio

Ha deciso di togliersi la  vita sparandosi alla testa con la pistola d’ordinanza durante l'orario di lavoro. L'agente della polizia postale Antonio Rega, 44 anni, residente a Sperone ma originario della vicina Avella, ha compiuto l'insano gesto mentre era in servizio nel compartimento di via delle Repubbliche Marinare dell'ufficio postale di Napoli.

E' stato trovato morto nel bagno. Non si conoscono le motivazioni del suicidio. La vita dell'uomo è stata contrassegnata mesi fa dal lutto dei genitori che morirono a distanza di 24 ore uno dall'altro. Una persona ben voluta, mite, rispettoso e amico di tutti. Un dolore immenso non sono per i familiari ma per i tanti conoscenti. Una comunità sconvolta dalla triste notizia. Lascia la moglie.

Potrebbe interessarti

  • Figuraccia di Pupo: urla "forza Benevento" a Pratola Serra

  • Sospensioni idriche, ecco i comuni che resteranno a secco

  • Altro giro, altra sospensione idrica: ecco i comuni che oggi resteranno a secco

  • Miss Italia, l'Irpinia brinda: Alessia Del Regno alle prefinali nazionali

I più letti della settimana

  • Scossa di terremoto, l'epicentro è in Irpinia

  • Neonata morta durante il parto, sei medici indagati

  • I cingoli di Calitri: la ricetta da Unti & Bisunti

  • Cosa fare nel weekend dal 23 al 25 agosto in Irpinia: sagre, feste e concerti

  • Terribile schianto in moto, marito e moglie in gravi condizioni

  • Violento acquazzone su Avellino, gli aggiornamenti in diretta

Torna su
AvellinoToday è in caricamento