Strage del bus, la Procura indaga su presunte minacce rivolte al giudice

L'eco della sentenza emessa nella giornata di ieri non si ferma

Non si ferma l'eco intorno alla sentenza del processo sulla strage del bus. Subito dopo la sentenza pronunciata dal giudice monocratico Luigi Buono, in aula, è esplosa la rabbia dei familiari delle vittime: «Vergogna, questa non è giustizia». «Assassini, venduti!». E' notizia di oggi che, la Procura di Avellino, è pronta ad aprire un’indagine. Stando a quanto si apprende, infatti, il capo dei pm ha avviato accertamenti sui momenti concitati che si sono susseguiti dopo la lettura della sentenza. La Procura indaga su presunte minacce rivolte al giudice. Nel mirino, neanche a dirlo, è finita la frase pronunciata da alcuni parenti delle vittime della strage: «Ti aspetto fuori, giudice».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Migliori pizzerie di Avellino, ecco la "Top Ten" di novembre 2019

  • Il mercato bisettimanale di Avellino trasloca

  • Il comune di Avellino cerca quattro giovani laureati

  • Nuovo Clan Partenio, altri 16 indagati: fiume di droga sulla rotta Irpinia-Balcani

  • Si sente male dal parrucchiere: donna trasportata d'urgenza in ospedale

  • Nuovo Clan Partenio, chiuse le indagini su Damiano Genovese

Torna su
AvellinoToday è in caricamento