Strage del bus, la Procura indaga su presunte minacce rivolte al giudice

L'eco della sentenza emessa nella giornata di ieri non si ferma

Non si ferma l'eco intorno alla sentenza del processo sulla strage del bus. Subito dopo la sentenza pronunciata dal giudice monocratico Luigi Buono, in aula, è esplosa la rabbia dei familiari delle vittime: «Vergogna, questa non è giustizia». «Assassini, venduti!». E' notizia di oggi che, la Procura di Avellino, è pronta ad aprire un’indagine. Stando a quanto si apprende, infatti, il capo dei pm ha avviato accertamenti sui momenti concitati che si sono susseguiti dopo la lettura della sentenza. La Procura indaga su presunte minacce rivolte al giudice. Nel mirino, neanche a dirlo, è finita la frase pronunciata da alcuni parenti delle vittime della strage: «Ti aspetto fuori, giudice».

Potrebbe interessarti

  • Sospensioni idriche, ecco i comuni che resteranno a secco

  • Altro giro, altra sospensione idrica: ecco i comuni che oggi resteranno a secco

  • Ghemon "paralizza" Avellino: il piano di traffico per il concerto di oggi

  • Avellino Summer Fest, le immagini del videomapping della Torre dell'Orologio

I più letti della settimana

  • Neonata morta durante il parto, sei medici indagati

  • Scossa di terremoto, l'epicentro è in Irpinia

  • I cingoli di Calitri: la ricetta da Unti & Bisunti

  • Schianto terribile in autostrada, neopatentata 19enne grave al Moscati

  • Terribile schianto in moto, marito e moglie in gravi condizioni

  • Avellino Summer Fest, ecco gli appuntamenti di oggi, 18 agosto 2019

Torna su
AvellinoToday è in caricamento