L'ex portiere dell'Avellino, Tacconi, dovrà rispondere di tentata violenza privata

A causa di una fattura non saldata, Stefano Tacconi finisce a processo

Nella giornata di oggi, il Corriere della Sera ha raccontato le vicissitudini dell'ex portiere dell’Avellino, Stefano Tacconi. Quest'ultimo, infattiassieme alla moglie Laura Speranza, è finito a processo per un episodio avvenuto nell’estate del 2012.

Tacconi dovrà rispondere di tentata violenza privata nei confronti di Pietro Alfieri, gommista di Ispica, nel ragusano, dove l’ex calciatore si era recato per un cambio gomme. 

La vicenda

le ricostruzioni dell'episodio affermano che Tacconi non avrebbe saldato una fattura di 530 euro, insultando il gommista in una telefonata ricevuta due anni dopo dall’uomo, interessato a farsi saldare il conto. La prima udienza in programma al Tribunale di Ragusa è stata rinviata per permettere agli imputati e ai testimoni della difesa di essere ascoltati. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Quando morirò lasciami dove vuoi" e lei abbandona il cadavere per strada

  • Laurea con 110 e lode per Francesca Bellizzi, figlia di Mimmo

  • Terrore ad Avellino, donna inseguita da malvivente fino a casa

  • Bando di concorso all'Azienda Ospedaliera “San Giuseppe Moscati”

  • Vuoi lavorare in un birrificio? Serrocroce cerca personale

  • Autostrada: nasce l'Avellino-Salerno-Reggio Calabria

Torna su
AvellinoToday è in caricamento