Statale 90 delle Puglie, il ministro Delrio convoca i presidenti di Provincia di Avellino e Foggia

Martedì a Roma tavolo tecnico per discutere di una delle più importanti e trafficate arterie del Sud, collegamento indispensabile tra la Puglia e la Campania

Le problematiche della Statale 90 ‘delle Puglie’ che collega Foggia all’Irpinia, saranno oggetto di un incontro tra il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Graziano Delrio e i presidenti delle province di Foggia e di Avellino. L’appuntamento è il 29 marzo a Roma. Ad avanzare la richiesta erano stati proprio Francesco Miglio e Domenico Gambacorta.

La Statale delle Puglie è una delle più importanti e trafficate arterie del Sud, rappresenta un collegamento indispensabile tra la  Puglia e la Campania. Il tratto stradale è, infatti, attraversato soprattutto da mezzi pesanti che trasportano merci da una regione all’altra. Attualmente si evidenzia, in alcuni tratti, un palese stato di degrado.

Per questo motivo i due presidenti chiedono interventi urgenti per il potenziamento e la messa in sicurezza, inserendo il progetto di rilancio del tratto stradale nella Programmazione nazionale di settore che, possibilmente, dovrà essere accompagnata anche da un sostegno dei fondi della Programmazione europea 2014/2020.

Potrebbe interessarti

  • Sospensioni idriche, ecco i comuni che resteranno a secco

  • Altro giro, altra sospensione idrica: ecco i comuni che oggi resteranno a secco

  • Ghemon "paralizza" Avellino: il piano di traffico per il concerto di oggi

  • Avellino Summer Fest, le immagini del videomapping della Torre dell'Orologio

I più letti della settimana

  • La Maccaronara con fonduta di caciocavallo: il piatto 'illegale' di chef Vincenzo Vazza

  • Neonata morta durante il parto, sei medici indagati

  • I cingoli di Calitri: la ricetta da Unti & Bisunti

  • Schianto terribile in autostrada, neopatentata 19enne grave al Moscati

  • Scossa di terremoto, l'epicentro è in Irpinia

  • Morso da una vipera: corsa al Pronto Soccorso per un 30enne

Torna su
AvellinoToday è in caricamento