Socialmente pericoloso e delinquente abituale ristretto alla casa lavoro

Provvedimento per due anni

I Carabinieri della Stazione di Greci hanno dato esecuzione all’ordinanza di applicazione della “Casa di Lavoro” per la durata minima di anni due, emessa dal Magistrato di Sorveglianza di Avellino nei confronti di un 50enne dichiarato socialmente pericoloso e delinquente abituale ai sensi dell’art. 103 c.p..

Tale misura di sicurezza consistente nella limitazione della libertà personale attraverso una serie di prescrizioni disposte dall’Autorità Giudiziaria, tese a impedire la commissione di nuovi reati e favorire il reinserimento sociale.

L’emissione del provvedimento è scattata a seguito della dettagliata refertazione relativa alla condotta tenuta dal soggetto in argomento che aveva creato non pochi problemi nella piccola comunità, soggetto gravato da svariati precedenti di polizia e, in particolare, condannato per lesioni personali, tentata violenza sessuale, atti osceni in luogo pubblico, minaccia e atti persecutori.

Rintracciato e condotto in Caserma, successivamente alle formalità di rito, l’arrestato è stato tradotto presso il carcere di Ariano Irpino per il successivo trasferimento alla Casa di Lavoro.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Video

    Roberti contro Salvini: "Ha portato l'Italia ai margini dell'Europa"

  • Cronaca

    Giovane denunciato per spaccio di droga e sei assuntori segnalati

  • Cronaca

    Trasformazioni di aree boscate, due persone denunciate

I più letti della settimana

  • La storia di Santa Rita: la santa delle cause impossibili tanto amata ad Avellino

  • Tenta il suicidio infliggendosi coltellate all'addome

  • Mazzette per pilotare le sentenze, 14 arresti: ci sono anche due irpini

  • Ancora guai per JusTv: disposto il sequestro preventivo delle frequenze in uso

  • La ministra Lezzi bypassa gli operai dell'ex Irisbus ma trova il tempo per portare a casa i torroni irpini

  • Vigile urbano investito ad Avellino

Torna su
AvellinoToday è in caricamento