Cereali contraffatti, maxi sequestro nell'Avellinese

L'operazione è stata eseguita nelle province di Avellino e Napoli

Sequestre oltre 315 tonnellate di cereali in Campanis. Denunciato il titolare del deposito per contraffazione di marchi di prodotti industriali. Questi sono i dettagli dell'operazione condotta dai Carabinieri del Reparto Tutela Agroalimentare (R.A.C.) di Salerno, nelle province di Napoli ed Avellino, in collaborazione con la Asl, a seguito di ispezioni straordinarie presso depositi di ditte nel commercio all'ingrosso.

Sequestrate 310 tonnellate di grano, orzo e avena

In particolare venivano sequestrate 310 tonnellate di grano, orzo e avena. Gli alimenti risultavano stoccati all'interno di una struttura priva di registrazione sanitaria. Contestualmente e' stato disposto il divieto di commercializzazione dei prodotti per un valore di oltre 77 mila euro, e diffidato il titolare dell'azienda ad adempiere alle disposizioni normative di settore per lo stoccaggio di prodotti cerealicoli. Sono stati poi scoperti 207 sacchi da 25 kg di farina di grano tenero, per un totale di 5.175 kg etichettati con loghi contraffatti che richiamavano una nota marca di settore e diciture evocanti falsamente l'origine italiana della materia prima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto per la famiglia Pennella: Peppino tradito dalla sua passione per la foto

  • Quasi tre anni in carcere da innocente, finisce l'incubo di un 23enne

  • La "Masi" anticipa l'uscita per il terremoto, la dirigente rimuove il responsabile 

  • Mangiano e dormono all'agriturismo e poi scappano senza pagare

  • L’irpina Enrica Musto commuove il pubblico di “Tu si que vales”

  • Trovato il cadavere di un 51enne in un appartamento

Torna su
AvellinoToday è in caricamento