Fca Pratola Serra, approvata la piattaforma nazionale

Soddisfatta la Fismic

Dopo il varo della piattaforma Nazionale per il gruppo Fca-Cnhi e Ferrari
avvenuta a Roma lunedi 5 Novembre ed approvata dall’assemblea Nazionale dei
delegati di Fismic-Fim-Uilm-Uglm-Acqf, ieri il consiglio dei delegati della Fca di
Pratola Serra ha condiviso ed approvato all’unanimità la piattaforma che
regolerà i rapporti tra le parti per i prossimi 4 anni.
Tre i capisaldi delle richieste:

1) Investimenti e garanzie occupazionali per gli stabilimenti italiani con
particolare attenzione a Pratola Serra investita dal problema del superamento
del diesel.
2) Nuovi diritti per il miglioramento delle relazioni tra le parti nella logica del
sistema partecipativo.
3) Aumenti salariali pari a 175Euro riparametrati sulla fascia operaia più diffusa.
In questo scenario unitario,la nota stonata è la decisione della Fiom di restare
fuori da questo percorso pur essendo stata coinvolta dalle Segreterie Nazionali.
Rispettiamo la decisione della Fiom, dichiarano i delegati della Fismic che
continuano a essere l’Organizzazione più rappresentativa nella fabbrica di
Pratola Serra.
Consideriamo sbagliata tale decisione perchè isolarsi in questo momento
delicato della vita di Fca, indebolisce tutto il fronte sindacale a vantaggio della
controparte.
Il 29 di Novembre a Torino sapremo direttamente dal nuovo Ad Mike Manley,
quale futuro sarà riservato a Pratola Serra e se confermeranno l’arrivo del
nuovo motore di cui tanto si parla in fabbrica.
Subito dopo l’incontro di Torino, concludono le Rsa Fismic, organizzeremo
unitariamente un’assemblea generale per coinvolgere i 1800 lavoratori e
informarli sugli investimenti e sui tempi necessari per il superamento della
crisi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Migliori ristoranti di Avellino, ecco la nostra classifica

  • Fine dei disagi, riapre il viadotto di Parolise

  • Tremendo schianto frontale, donna muore sul colpo

  • Nuovo Clan Partenio, ecco come è cambiata la camorra in Irpinia dopo l'operazione "Partenio 2.0"

  • Nuovo Clan Partenio, c'è attesa per capire il destino dei locali "It's Ok" e "Pomodoro"

  • Rottura della condotta idrica, mancherà l'acqua ad Avellino e in altri 7 comuni

Torna su
AvellinoToday è in caricamento