Pesci e molluschi senza tracciabilità: maxi sequestro da 70 chili

L'operazione dei Carabinieri forestali

I Carabinieri della Stazione Forestale di Lacedonia, unitamente ai colleghi della Stazione Forestale di Volturara Irpina ed al personale dell’ASL di Avellino, a seguito  controlli ad attività commerciali ubicate nella Valle del Calaggio, hanno elevato sanzioni amministrative per un totale di 1.500 euro a carico del titolare di un’attività dedita alla vendita di pesci, crostacei e molluschi dove si riscontrava la presenza di pesce di vario genere privo delle informazioni obbligatorie al consumatore e di tracciabilità. Gli operanti hanno pertanto proceduto al sequestro di circa 70 chili di pesce di vario genere (salmone, tonno, pesce spada, sogliole, gamberi, calamari, moscardini, alici, merluzzi ed altro) e alla distruzione sul posto mediante la procedura prevista dalla norma.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Irpinia: ecco la mappa aggiornata, Comune per Comune, al 3 aprile 2020

  • Vaccino Coronavirus supera primo test, Todisco: "Buona notizia che porta la firma del dott. Gambotto"

  • Tragedia in Irpinia: muore schiacciato dal camion dei rifiuti

  • Coronavirus, il bilancio è pesantissimo: 49 nuovi casi in Irpinia

  • Altro dramma per la famiglia Caso: morto il padre del podista suicida

  • La pastiera si prepara a casa, la ricetta di famiglia del Gran Caffè Romano

Torna su
AvellinoToday è in caricamento