Permessi di soggiorno degli immigrati con i timbri clonati della Questura di Avellino

I carabinieri hanno trovato nelle abitazioni di due casertani 3 timbri tondi riportanti il sigillo dello Stato italiano e le indicazioni dello 'sportello unico per l'immigrazione di Caserta e di quello di Avellino, '2 timbri lineari riportanti le generalita' dei dirigenti dei citati sportelli unici, 26 fotocopie di permessi di soggiorno di cittadini stranieri e una chiavetta usb contenente format utilizzati per la falsificazione degli atti

Nel corso di perquisizioni domiciliari i carabinieri hanno trovato 3 timbri tondi riportanti il sigillo dello Stato italiano e le indicazioni dello 'sportello unico per l'immigrazione di Caserta e di quello di Avellino, '2 timbri lineari riportanti le generalita' dei dirigenti dei citati sportelli unici, 26 fotocopie di permessi di soggiorno di cittadini stranieri e una chiavetta usb contenente format utilizzati per la falsificazione degli atti.

I Carabinieri della Tenenza di Caivano hanno arrestato in flagranza di reato due persone responsabili di "contraffazione di altri pubblici sigilli o strumenti destinati a pubblica autenticazione o certificazione e uso di tali sigilli e strumenti contraffatti""falsita' materiale commessa dal privato" e per contravvenzioni alle disposizioni contro l'immigrazione clandestina.

Tutto è iniziato a seguito della denuncia sporta da un ghanese residente a Caivano, i militari hanno accertato il complesso raggiro messo in atto dai due ai danni di cittadini extracomunitari presenti sul territorio italiano. I due avvicinavano gli extracomunitari proponendosi come intermediari per il rilascio dei nulla osta al lavoro stagionali chiedendo loro 1.600 €  a pratica. Dopo che le autorita' ghanesi hanno accertato la non genuinita' della documentazione, rifiutando di apporre il visto all'espatrio, i due hanno preso tempo cercando di posporre piu' in la possibile nel tempo l'inganno. Si sono infatti finti promotori di un ricorso al TAR Lazio e mostrato alle vittime falsi atti presentati al collegio giudicante, atti nei quali uno dei due era stata fatta figurare come legale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arrestato Vincenzo Schiavone, proprietario di Villa Esther e Santa Rita

  • Migliori ristoranti di Avellino, ecco la nostra classifica

  • Lavoro in Comune a tempo indeterminato: si cercano diplomati

  • Spaventoso schianto in galleria, ci sono numerosi feriti

  • Nuovo Clan Partenio, c'è attesa per capire il destino dei locali "It's Ok" e "Pomodoro"

  • Paura ad Avellino, doppio incendio di auto nella notte

Torna su
AvellinoToday è in caricamento