Parte la rimozione delle ecoballe, stoccati i primi blocchi

Quest'ultime erano presenti nello Stir di Pianodardine dalla ormai lontana emergenza rifiuti

Finalmente sono state stoccate le prime ecoballe. Quest'ultime erano presenti nello Stir di Pianodardine dalla ormai lontana emergenza rifiuti. Le ecoballe lasciano lo stir con un mese di anticipo sul cronoprogramma stabilito con la Regione. La rimozione dei 28mila blocchi è stata affidata alla Sarim srl - Bps srl.  

Ecco le dichiarazioni ufficiali di Nicola Boccalone, amministratore unico della società provinciale che gestisce il ciclo integrato dei rifiuti:  

"Questa, per noi, è una giornata storica. Finalmente abbiamo finalizzato un'attività iniziata da tempo e nata grazie al lavoro sinergico tra IrpiniAmbiente, Provincia di Avellino e Regione Campania. In questo modo diamo una prima risposta alla Valle del Sabato, diminuendo notevolmente il carico ambientale. Le ecoballe – conclude Boccalone- risultano essere in buono stato di conservazione, e questo dovrebbe favorire le operazioni. Il programma prevede sei mesi di lavoro, ma se le cose continuano ad andare bene, potremmo impiegarne anche di meno". 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Attentato a Quindici, boato nella notte

    • Cronaca

      Montevergine, riprendono gli incendi: evacuato Campo Maggiore

    • Cronaca

      Rifiuti speciali usati per livellare un'area privata

    • Cronaca

      Incendio sulla Variante, nei pressi del distributore di benzina

    I più letti della settimana

    • Sangue al corso di Avellino, una giovane accoltella un ragazzo

    • Gli incendi di Montevergine sono dolosi, recuperati due inneschi

    • Tragedia in moto, addio allo chef irpino Raffele Casale

    • Rischia un occhio il ragazzo picchiato a Montevergine

    • E' il giorno di Arisa: ecco le disposizioni stradali per il Concertone

    • Shock Due Principati, è morto coach Minelli

    Torna su
    AvellinoToday è in caricamento