Ordine dei giornalisti respinge le accuse dei penalisti irpini

Alcuni professionisti finiti nel mirino della magistratura

“Il diritto di cronaca non ammette eccezioni”. Lo dichiara Ottavio Lucarelli, presidente dell’Ordine dei giornalisti della Campania, in risposta alla polemica sollevata dagli avvocati irpini contro la stampa; che ha indicato i nomi di alcuni di loro finiti sotto indagine.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“I penalisti avellinesi - aggiunge Lucarelli - ritengono che il diritto di cronaca sia un optional quando sono loro a finire nelle inchieste. Sarebbe inaccettabile anche perché al centro dei fatti c’è un’indagine dell’Antimafia e ogni tentativo di delegittimazione mette a rischio il lavoro dei cronisti. Agli avvocati chiediamo rispetto e senso di responsabilità”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Positivo al Coronavirus: è gravissimo al "Moscati"

  • Le strisce pedonali colorate sono pericolose: multato il Comune di Avellino

  • Coronavirus, gli irpini scelgono di tenere la mascherina: ecco cosa comporta non indossarla

  • Bonus per i nonni irpini che accudiscono i nipoti, ecco come funziona

  • Neonato morto a poche ore dalla nascita: denunciati medici del Moscati

  • Paziente Covid al Moscati, l'uomo è intubato al Pronto Soccorso da quasi 24 ore

Torna su
AvellinoToday è in caricamento