Omicidio Tornatore, si rafforza la pista del debito non saldato

Spuntano nuove intercettazioni sul cruento delitto in odore di camorra

Nuovo capitolo del processo sull'omicidio di Michele Tornatore, l'uomo assassinato con due colpi di pistola  prima di essere carbonizzato in un'auto noleggiata nel corso del periodo di semilibertà. Stando a quanto si apprende dall'aula, sono emerse nuove intercettazioni. Quest’ultime, però, continuano a confermare la pista dei debiti non saldati. 
Le intercettazioni in auge vedono tre persone per protagoniste. Si fa nitidamente riferimento a circa €20.000 che Tornatore avrebbe dovuto restituire. Su questo elemento è costantemente a lavoro l'antimafia. 
Ad annunciare questo nuovo sviluppo è stato il Sostituto Procuratore della Dda, Simona Rossi, nel corso del processo a carico di Francesco Vietri e Pasquale Rainone. 
C'è da dire, ad ogni modo, che questa prova non è stata ancora acquisita, vista la ferma opposizione dell'avvocato Anna Caserta. Tutto lascia intendere, però, che prossimamente possa rientrare nel procedimento penale, quando saranno ammesse nuove prove.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Attualità

    Vittime innocenti delle mafie: ad Avellino il commovente ricordo di Libera

  • Cronaca

    Personale Ata, punteggio troppo alto a 30 anni: aveva dichiarato il falso

  • Attualità

    Giancarlo Caiazzo in Parlamento Europeo per difendere la pasta 100% italiana

  • Economia

    Acca Software, non solo tecnologie ma anche enogastronomia made in Irpinia

I più letti della settimana

  • Uomo di 56 anni si toglie la vita impiccandosi

  • Prevenzione, visite gratuite ad Avellino col dott. Iannace

  • Morto dopo Juve - Atletico, oggi l'ultimo saluto a Vittorio

  • Apre maxi centro commerciale: come candidarsi

  • Ora legale, quando e come spostare le lancette dell'orologio

  • Schianto tra bus e auto sulla strada Nazionale

Torna su
AvellinoToday è in caricamento