Omicidio Tornatore, si rafforza la pista del debito non saldato

Spuntano nuove intercettazioni sul cruento delitto in odore di camorra

Nuovo capitolo del processo sull'omicidio di Michele Tornatore, l'uomo assassinato con due colpi di pistola  prima di essere carbonizzato in un'auto noleggiata nel corso del periodo di semilibertà. Stando a quanto si apprende dall'aula, sono emerse nuove intercettazioni. Quest’ultime, però, continuano a confermare la pista dei debiti non saldati. 
Le intercettazioni in auge vedono tre persone per protagoniste. Si fa nitidamente riferimento a circa €20.000 che Tornatore avrebbe dovuto restituire. Su questo elemento è costantemente a lavoro l'antimafia. 
Ad annunciare questo nuovo sviluppo è stato il Sostituto Procuratore della Dda, Simona Rossi, nel corso del processo a carico di Francesco Vietri e Pasquale Rainone. 
C'è da dire, ad ogni modo, che questa prova non è stata ancora acquisita, vista la ferma opposizione dell'avvocato Anna Caserta. Tutto lascia intendere, però, che prossimamente possa rientrare nel procedimento penale, quando saranno ammesse nuove prove.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Tragedia atroce: accoltella una donna, uccide un uomo e si getta dal palazzo

  • Cronaca

    Paura nella notte, auto avvolta dalle fiamme

  • Cronaca

    Moscati, paziente intubata derubata al pronto soccorso

  • Cronaca

    Smaltimento illecito di rifiuti, manager e imprenditori a processo

I più letti della settimana

  • Pensioni, a dicembre assegno più pesante

  • Tragedia atroce: accoltella una donna, uccide un uomo e si getta dal palazzo

  • La 15enne Caterina Romano è scomparsa

  • Mangi da Dio e spendi il giusto: ecco i ristoranti Bib Gourmand premiati in Irpinia

  • Migliori Macellai di Italia: Mario Carrabs maestro del gusto irpino

  • Schianto tremendo sulla Statale 7 Bis, tre feriti gravi

Torna su
AvellinoToday è in caricamento