Nuovo Clan Partenio, le minacce al Procuratore: "Io lo uccido questo"

Questa è l'intercettazione ambientale dell’abitazione di Pasquale Galdieri

L’intercettazione ambientale all’interno dell’abitazione di Pasquale Galdieri, reggente del Nuovo Clan Partenio, lascia poco spazio alle interpretazioni: "Io lo uccido a questo". Queste sarebbero le parole rivolte al Procuratore Aggiunto della Procura di Repubblica di Avellino, Vincenzo D’Onofrio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'"Operazione Partenio 2.0"

L'intercettazione risale al 21 marzo 2018 e le minacce sarebbero avvenute alla presenza di un’altra persona, mentre Pasquale Galdieri era intento a guardare il telegiornale locale dove scorrevano le immagini del magistrato. Quest’ultimo aveva coordinato due inchieste che avevano colpito il gruppo di Mercogliano, una delle quali aveva portato all’arresto di Nicola Galdieri, fratello di Pasquale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Positivo al Coronavirus: è gravissimo al "Moscati"

  • Carmen, 14 anni, è scomparsa da Avellino: aiutateci a trovarla

  • Dramma in Irpinia, il comandante dei carabinieri è stato trovato senza vita

  • Coronavirus in Irpinia: 10 nuovi casi nelle ultime 72 ore, riapre la Palazzina Alpi al Moscati

  • Salgono i casi di Covid a Santa Lucia di Serino, uno anche a San Michele

  • Riapre Aloha ad Avellino, nuova sede e golose sorprese

Torna su
AvellinoToday è in caricamento