Nuovo Clan Partenio, le minacce al Procuratore: "Io lo uccido questo"

Questa è l'intercettazione ambientale dell’abitazione di Pasquale Galdieri

L’intercettazione ambientale all’interno dell’abitazione di Pasquale Galdieri, reggente del Nuovo Clan Partenio, lascia poco spazio alle interpretazioni: "Io lo uccido a questo". Queste sarebbero le parole rivolte al Procuratore Aggiunto della Procura di Repubblica di Avellino, Vincenzo D’Onofrio.

L'"Operazione Partenio 2.0"

L'intercettazione risale al 21 marzo 2018 e le minacce sarebbero avvenute alla presenza di un’altra persona, mentre Pasquale Galdieri era intento a guardare il telegiornale locale dove scorrevano le immagini del magistrato. Quest’ultimo aveva coordinato due inchieste che avevano colpito il gruppo di Mercogliano, una delle quali aveva portato all’arresto di Nicola Galdieri, fratello di Pasquale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Migliori pizzerie di Avellino, ecco la "Top Ten" di novembre 2019

  • Il mercato bisettimanale di Avellino trasloca

  • Nuovo Clan Partenio, altri 16 indagati: fiume di droga sulla rotta Irpinia-Balcani

  • Medico muore durante il servizio notturno

  • Si sente male dal parrucchiere: donna trasportata d'urgenza in ospedale

  • Nuovo Clan Partenio, chiuse le indagini su Damiano Genovese

Torna su
AvellinoToday è in caricamento