Nuovo Clan Partenio, i due nuovi arrestati si sono avvalsi della facoltà di non rispondere

Nella giornata di oggi hanno avuto luogo gli interrogatori di Nicola Galdieri e Renato Freda, i due nuovi arrestati nell'indagine sul Nuovo Clan Partenio

Nella giornata di oggi hanno avuto luogo gli interrogatori di Nicola Galdieri e Renato Freda, i due nuovi arrestati nell’indagine sul Nuovo Clan Partenio. Il 44enne di Mercogliano e il 37enne di Prato Principato Ultra, arrestati con l'accusa di riciclaggio e intestazione fittizia di beni riconducibili allo stesso clan, sono attesi dal Giudice per le Indagini Preliminari. I due indagati, difesi dai legali, Gaetano Aufiero e Patrizio Dello Russo, come da previsione, si sono avvalsi della facoltà di non rispondere.   

Le due ditte oggetto di sequestro preventivo 

Come affermato dal Comandante dei Carabinieri del Reparto Provinciale di Avellino, Massimo Cagnazzo, i due uomini arrestati risultavano essere proprietari di due ditte: la NIRE (acronimo di Nicola e Renato) e la GAFRE (acronimo di Galdieri e Freda), entrambe localizzate nel Comune di Prata Principato Ultra ed entrambe impegnate nel settore edilizio e già sottoposte a sequestro preventivo. 

Freda risultava titolare, ma in realtà era Galdieri a mantenere le redini delle due ditte. Lavori privati, ma anche interessamento di lavori sul tratto autostradale tra Avellino-Benevento sulla A16, le attività specifiche sulle quali i due membri del Nuovo Clan Partenio si muovevano ad ampio raggio. 

Nicola Galdieri è attualmente detenuto nel carcere di Tolmezzo (UD), mentre Renato Freda, geometra e incensurato, è stato trasferito al carcere di Bellizzi Irpino. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco il tragitto del giovane tornato da Codogno: "E' tornato in auto"

  • "Quando morirò lasciami dove vuoi" e lei abbandona il cadavere per strada

  • Coronavirus, di ritorno a Montefusco da Codogno: scatta il protocollo

  • Coronavirus, due fratelli tornano a Lauro da Codogno: scatta il protocollo

  • Avellino in lutto, è morto il "vigile urbano buono"

  • Terrore ad Avellino, donna inseguita da malvivente fino a casa

Torna su
AvellinoToday è in caricamento